Diritto e Fisco | Articoli

Pannello fotovoltaico sul tetto: legittimo anche col vincolo paesaggistico

3 Marzo 2012
Pannello fotovoltaico sul tetto: legittimo anche col vincolo paesaggistico

Il pannello fotovoltaico sul tetto non contrasta con il vincolo paesaggistico: incentivi dei giudici all’energia rinnovabile.

Segno della crisi energetica e del ricorso alle energie rinnovabili: anche secondo la giurisprudenza, i pannelli fotovoltaici sono ormai diventati elementi architettonici delle nostre città e spesso di impatto insignificante; pertanto non confliggono con l’eventuale vincolo paesaggistico cui sia sottoposto l’immobile su cui il pannello va montato.

Il Tar Veneto [1] ha così “condonato” il pannello fotovoltaico apposto sul tetto di una villetta unifamiliare in un ridente paesino di montagna, a pochi passi da un castello.

Evitiamo ipocrisie, sostengono i giudici: ormai il ricorso all’energia solare riduce l’inquinamento e le bollette della luce, oltre ad essere incentivata  da leggi regionali e statali.

Bisogna aver unicamente cura di evitare che il pannello “trasformi” il contesto circostante e quindi non alteri la destinazione della zona.



note

[1] Tar Veneto, sent. 48/2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Questa sentenza non mi trova d’accordo.
    La tencologia offre sistemi fotovoltaici completamente “trasparenti” da utilizzare nelle aree paesaggisticamente rilevanti, come le “coppe” fotovoltaiche.

    Con questa sentenza, per come è qui presentata, non si facilita la capillare presenza del FV, ma si crea un pessimo precedente che può causare la contrazione della ricerca sulle tecniche di adattamento del FV alle costruzioni esistenti.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube