Diritto e Fisco | Articoli

Assunzioni negli studi di professionisti: arrivano le agevolazioni

18 Aprile 2015
Assunzioni negli studi di professionisti: arrivano le agevolazioni

Per la stabilizzazione di disoccupati negli studi legali, commerciali e notarili arrivano incentivi e contributi.

Il welfare entra negli studi dei professionisti: sono, infatti, in arrivo incentivi per l’assunzione di disoccupati e giovani, nonché la regolamentazione del telelavoro. Ma le nuove agevolazioni non si applicheranno solo in caso di assunzione di lavoratori dipendenti, ma anche per i rapporti con professionisti e collaboratori di studi.

La paga base, inoltre, verrà alzata di 85 euro per il terzo livello.

Sono queste le novità contenute nell’ipotesi di accordo di rinnovo del contratto degli studi professionali raggiunta ieri tra Confprofessioni e i sindacati Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs.
L’accordo avrà effetto dal 1° aprile 2015 al 31 marzo 2018 (difatti il contratto precedente è scaduto da 18 mes) e riguarderà circa 1,5 milioni di persone tra titolari, dipendenti e collaboratori, con la possibilità, in futuro, di valutare l’estensione dell’applicazione anche ad altre figure professionali.

In questo modo si intende combattere la crisi degli studi che, da un lato, hanno ormai smesso di investire, complice la contrazione del mercato e, quindi, la riduzione dei guadagni; dall’altro hanno addirittura avviato, da un paio di anni, una fase di “dismissione” del personale che non ha risparmiato neanche praticanti e collaboratori esterni. Anche allo scopo di bloccare la recessione degli studi, i recenti bandi dell’Inps per i tirocini retribuiti (applicabili anche ai praticanti degli studi legali, per esempio) avranno un ruolo chiave (per maggiori informazioni sui bandi Inps, leggi “Tirocini retribuiti dall’Inps, aperti i bandi”).

Retribuzione

Aumenta il trattamento salariale. Nel prossimo triennio sarà riconosciuto un aumento salariale, suddiviso in cinque tranche, pari a 85 euro a regime per il terzo livello, pari a un aumento complessivo di 1.885 euro durante la vigenza del contratto.
Telelavoro
L’accordo regolamenta anche il telelavoro nonché il congedo parentale a ore, anche per via del fatto che, in tale comparto, l’occupazione femminile è nettamente prevalente.

Agevolazioni e contratti
Il nuovo accordo che diventerà operativo – come detto – a brevissimo, introduce il contratto di reimpiego per chi ha più di cinquant’anni e i disoccupati da almeno dodici mesi, con la possibilità di sottoinquadramento a fronte però di un’assunzione a tempo indeterminato.
Gli apprendisti dovranno essere pari al 20% per le strutture fino a 50 dipendenti e al 50% per quelle più grandi.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube