Danno erariale per le nomine dei falsi dirigenti alle Entrate? Solo un nuovo concorso

18 Aprile 2015
Danno erariale per le nomine dei falsi dirigenti alle Entrate? Solo un nuovo concorso

Assunzioni di nuovo personale non solo interno: arriva il concorso all’Agenzia delle Entrate.

Alla Corte dei Conti non c’è ancora alcun fascicolo aperto per “danno erariale” dopo che la sentenza della Corte Costituzionale ha svelato lo scandalo all’Agenzia delle Entrate, dei funzionari promossi a dirigente senza pubblico concorso. Mentre il Governo cerca una norma che possa sanare gli atti nulli del fisco, per il momento sembra attenuarsi il rischio di una possibile contestazione del danno erariale per le retribuzioni riconosciute ai funzionari nominati dirigenti negli anni passati.

In questi giorni sono state presentate numerose denunce, soprattutto da parte di quei dipendenti dell’amministrazione finanziaria che si ritengono danneggiati dalle promozioni avvenute, negli ultimi dieci anni, in favore di colleghi senza però alcun concorso e, perciò, defraudati da una possibile nomina a dirigente per meriti e non “a chiamata”. Ciò nonostante, le istituzioni fanno sapere che, al momento, non è stato ancora aperto nessun fascicolo. E questo perché – prosegue il comunicato – la sentenza della Consulta non ha messo in discussione l’operato delle agenzie nella nomina dei funzionari, ma ha dichiarato l’illegittimità di una norma che consentiva, anche se temporaneamente fino all’espletamento del concorso, il conferimento degli incarichi con contratti a tempo determinato e non per concorso.

Un’inutile giustificazione quest’ultima perché compito della Corte Costituzionale non è certo quello di valutare condotte di uomini, ma quella di accertare la legittimità delle norme. E quindi, altro non avrebbero potuto fare i giudici della Consulta.

Nel frattempo, Enrico Zanetti, sottosegretario all’Economia, ha confermato piuttosto che la soluzione al funzionamento degli uffici territoriali, rimasti sprovvisti di ben 767 “teste” è ormai sicuramente quella di un nuovo concorso per dirigenti del fisco da portare a termine entro la fine del 2016.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube