Diritto e Fisco | Articoli

Notifica per posta: necessaria la relazione

21 Aprile 2015
Notifica per posta: necessaria la relazione

Anche se a consegnare l’atto è il postino e non l’ufficiale giudiziario è necessaria la relata di notifica.

Anche se la notifica dell’avviso di accertamento avviene tramite raccomandata a.r. consegnata dal postino (e non attraverso l’ufficiale giudiziario), il soggetto che consegna il plico (in questo caso il postino) è tenuto a redigere la cosiddetta relazione di notifica (una sorta di verbale con cui si dà atto delle attività svolte per la ricerca del destinatario e della successiva consegna del plico nel luogo ivi indicato). In mancanza di ciò, l’atto impositivo è nullo poiché la redazione della relazione di notificazione ha espressa funzione certificatoria di quanto viene posto in essere. Lo ha precisato la Commissione Tributaria Regionale di Campobasso in una recente sentenza [1].

Se il contribuente decide di impugnare l’atto non sana la notifica (secondo il principio per cui, quando si dà prova che l’atto ha raggiunto il proprio scopo – la conoscenza da parte del destinatario – ogni vizio viene sanato): e ciò perché l’assenza della relazione di notifica non si può considerare una semplice irregolarità ma una causa di inesistenza (nullità assoluta) della notifica stessa. Dunque, come tale, non può essere mai regolarizzata neanche se il contribuente dovesse, con il proprio comportamento (quale sarebbe il presentare ricorso) ammettere tacitamente di aver ricevuto l’atto.

All’Agenzia delle Entrate la legge consente la facoltà di notificare direttamente gli atti di pagamento, valendosi del servizio dell’ufficio postale; ciò però non esclude – si legge in sentenza – la necessità che il soggetto che esegue la notifica, al posto dell’ufficiale giudiziario, sia legittimato a non rispettare le formalità atte a garantire il corretto e legittimo esercizio della funzione di notificazione; e nell’ambito di detto procedimento, la redazione della relazione di notificazione ha espressa funzione certificatoria di quanto viene posto in essere che non può essere tralasciata.


note

[1] CTP Campobasso sent. n. 85/02/2015 del 24.03.2015.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube