Diritto e Fisco | Articoli

Rinegoziare o sostituire il mutuo troppo oneroso

21 Aprile 2015
Rinegoziare o sostituire il mutuo troppo oneroso

Rinegoziazione, portabilità e surroga del finanziamento con la banca.

Se il mutuo non ti soddisfa, perché nel frattempo è diventato troppo oneroso o perché altri istituti di credito offrono condizioni più vantaggiose, hai sempre la possibilità di cambiarlo. Infatti una volta ottenuto un mutuo, il finanziamento non è lo stesso per tutta la sua durata. Si può sempre cambiare cercando di negoziare nuove condizioni con la banca iniziale (rinegoziazione) oppure cambiando del tutto l’istituto di credito (la cosiddetta surroga o sostituzione).

Ciò non toglie comunque il diritto del debitore di estinguere anticipatamente, in tutto o in parte, il finanziamento, rispettivamente pagando il residuo debito o solo una consistente quota. In questo modo, potrà ridurre totalmente o parzialmente il capitale residuo.

1 | RINEGOZIAZIONE

Con questa operazione le parti (banca e cliente) si accordano per modificare le condizioni contrattuali del mutuo. Ovviamente, ciò presuppone il consenso di entrambi i soggetti e, quindi, anche della banca che potrebbe ben rifiutarlo non essendo un suo dovere rinegoziare il mutuo a richiesta del mutuatario. È invece obbligo dell’istituto di credito, se accetta la rinegoziazione, attuarla con una semplice scrittura privata senza dover passare nuovamente dal notaio come, invece, in passato molti operatori facevano, gravando ulteriormente sulle tasche del consumatore.

È possibile rinegoziare anche in caso di mutuo “cartolarizzato” cioè ceduto dalla banca ad altro operatore. Se la banca vi dice che non può rinegoziare usando questa scusa sta bluffando e, molto probabilmente, non ha alcuna intenzione di rinegoziare. Né potete costringerla a fare diversamente.

L’unica arma che avete è far leva sulla concorrenza e “minacciare” la vostra banca di andare da un altro operatore che presenta condizioni più interessanti. Lo potete fare con due strumenti diversi che ora vedremo: la sostituzione del mutuo e la portabilità del mutuo.

2 | SOSTITUZIONE

In questo caso il cliente estingue il mutuo che ha con una banca chiedendone un altro a una diversa banca. Per es. Tizio ha un debito, per un finanziamento, con “A”; si rivolge a “B” per far estinguere il debito con “A”.

Con la sostituzione è possibile chiedere alla banca anche più del capitale residuo del finanziamento iniziale. Peraltro oggi ci sono anche dei vantaggi fiscali rispetto al passato. In precedenza, infatti, per godere dei benefici fiscali legati alla detrazione degli interessi passivi per i mutui destinati all’acquisto (o alla ristrutturazione) della casa principale occorreva che il capitale del nuovo finanziamento fosse pari al capitale residuo, maggiorato delle spese pagate per la sostituzione, oggi, invece, anche se il nuovo mutuo ha un valore superiore al residuo più le spese, i benefici fiscali di detrazione degli interessi restano in piedi però solo sulla parte del nuovo finanziamento pari al capitale residuo più le spese legate alla sostituzione.

3 | PORTABILITÀ DEL MUTUO CON SURROGAZIONE DELL’IPOTECA

 

In questo caso, si trasferisce il proprio mutuo a un’altra banca attraverso la sostituzione (ossia la surrogazione) del nuovo intermediario finanziario nell’ipoteca già iscritta per il primo mutuo.

4 | SURROGAZIONE DEL MUTUO

In questo caso il contratto di mutuo viene trasferito a un’altra banca, senza penali o altri oneri di qualsiasi natura, con estinzione anticipata del contratto con l’operatore inizialmente scelto.

Essendo infatti un trasferimento e non un’estinzione anticipata, non possono essere chieste penali di estinzione anticipata da parte dell’intermediario con cui era concluso inizialmente il mutuo. Inoltre non possono essere imposte cliente, dal nuovo intermediario, spese per la concessione del nuovo mutue per l’istruttoria e per gli accertamenti catastali.

Ciò vuoi dire che il cliente che trasferisce il suo mutuo deve farlo a costo zero; non possono essergli chieste spese di perizia (l’immobile è lo stesso), spese di istruttoria (il cliente è affidabile perché pagava il mutuo), spese legate agli accertamenti catastali. Il passaggio dal notaio, se chiesto dall’intermediario, deve essere a sue spese. Non sarebbe neppure necessario accendere una nuova polizza assicurativa sull’immobile.

L’unico limite è il divieto di aumentare il capitale residuo del mutuo.

Dunque se avete bisogno di ulteriore capitale dovrete pensare per forza una sostituzione.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

4 Commenti

  1. Ho un mutuo ipotecario con una banca e per 2 anni ho pagato solo gli interessi, in caso di surroga come viene conteggiato la quota capitale e la quota interessi

  2. Ho un mutuo ipotecario con una banca e per 7 anni ho pagato solo gli interessi, in caso di surroga come possiamo fare ..grazie

  3. La banca non vuole fare la rinegoziazione per fare la surroga come dovrei procedere …grazie

  4. la banca non accetta la rinegoziazione di 55000 euro a 10anni risparmiando 50euro mensili su 11anni mi sono rivolto a un’altra banca per una surroga ma mi e stata rifiutata in quanto ho la rata della macchina.ma mi chiedo la legge 27 maggio 2008 n. 93 e stata approvata? la banca e obbligata a rinegoziare?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube