Diritto e Fisco | Articoli

Se ricevi un accertamento a mezzo Pec è nullo

22 Aprile 2015
Se ricevi un accertamento a mezzo Pec è nullo

L’avviso notificato al contribuente con la posta certificata è carta straccia.

L’Agenzia delle Entrate non può notificare – sebbene lo faccia – accertamenti fiscali valendosi della posta elettronica certificata. La notifica, in tal caso, sarebbe nulla, nonostante la Pec sia equiparata, dalla nostra legge, alla normale raccomandata a.r.. A dirlo è una importante sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Benevento [1].

Fa bene il contribuente a non prendere sul serio la diffida ricevuta nella casella email certificata con cui l’ufficio territoriale delle Entrate gli intima la richiesta di pagamento. E questo perché, stando all’attuale legislazione, la trasmissione telematica dal fisco è valida solo per comunicare la trattazione dell’udienza e il dispositivo della sentenza. Non vi è dubbio, spiega il Collegio, che in ambito di tributario la notificazione degli atti a mezzo Pec sia limitata solo a tali due attività e, in difetto di espressa previsione, a null’altro.

Dunque, non esiste traccia di norma che disponga la validità giuridica alle notifiche tramite Pec degli avvisi di accertamenti in materia tributaria, per cui in mancanza di una specifica regolamentazione la comunicazione di atti ai contribuenti deve avvenire secondo le disposizioni classiche (ufficiale giudiziario o notifica a mezzo del servizio postale, fermo restando l’obbligo della relata di notifica [2]).


note

[1] CTP Benevento, sent. n. 969/2015.

[2] Art. 60 del DPR 600/73

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube