Diritto e Fisco | Editoriale

Equitalia: per un debito di 0,12 centesimi paghi mille volte di più

22 Aprile 2015 | Autore:
Equitalia: per un debito di 0,12 centesimi paghi mille volte di più

Per pochi centesimi di omesso versamento di IVA all’Agenzia delle Entrate scatta una sanzione di 120 euro.

Il fisco italiano è irragionevole ed esagerato. Ma finché non si ha a che fare coi numeri concreti non si ha la percezione di quanto possa essere assurdo il nostro sistema tributario. Come nel caso di un nostro lettore che ci ha segnalato la sua vicenda a dir poco assurda.

Il sig. Fulvio – lo chiameremo con un nome di fantasia – ha ricevuto una cartella esattoriale da parte di Equitalia per il mancato pagamento di alcune multe stradali.

Nel dettaglio degli importi dovuti, però, scorge un debito minuscolo con l’Agenzia delle Entrate, una differenza di 0,12 centesimi per omesso versamento di IVA. Una svista della calcolatrice che ora gli costerà ben 117,97 euro di sanzioni. Insomma, la somma diventa ben mille volte più alta! (v. foto qui sotto e clicca per ingrandire).

Schermata 2015-04-22 alle 19.25.12

Incredibile ma vero!

Ci si lamenta dell’evasione e, certamente, la ragione di questa piaga va cercata in una pluralità di fattori: sociali, storici, ambientali, economici. Ma è anche vero che, finché non verrà adottato un sistema fiscale razionale, equo e che impronti il rapporto tra fisco e contribuente ad una dialettica di collaborazione e non di contrapposizione, difficilmente, in questo Paese, le cose potranno cambiare.

Ciascuna delle due parti – fisco e contribuenti – aspetta che sia l’altra a fare la prima mossa verso il cambiamento. Noi riteniamo – per quanto alla fune della ragione non si dà mai un taglio netto da un solo lato – che sia lo Stato a dover dare per primo gli esempi, mostrandosi al cittadino come alleato, non come gendarme.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Art. 12 dpr 602/73: non si procede ad iscrizione a ruolo per somme inferiore a lire ventimila.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube