Equitalia: rateizzare una sola cartella ora si può. Stop all’ipoteca più facile

23 Aprile 2015
Equitalia: rateizzare una sola cartella ora si può. Stop all’ipoteca più facile

Adesso il contribuente potrà anche ridurre l’esposizione debitoria e impedire l’iscrizione dell’ipoteca sulla casa.

Da oggi si può pagare a rate la singola cartella di Equitalia, senza bisogno di chiedere un programma di rateizzo per l’intero debito. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Chi fino ad oggi ha collezionato più cartelle esattoriali è stato spesso messo davanti a una imbarazzante scelta: o impugnare o pagare l’intero debito (magari a rate). Non erano possibili vie di mezzo. Così, in passato, chi voleva rateizzare solo alcune cartelle mentre per le altre fare ricorso si è visto rifiutare la proposta dagli sportelli dell’Agente per la riscossione. E questo perché o veniva stabilita una rateizzazione per l’intero debito oppure addio beneficio. Da febbraio, invece, è possibile procedere a rateizzare anche una singola cartella, lasciando insoluto il resto del debito. Lo conferma ItaliaOggi di questa mattina.

La conseguenza è molto più interessante di quanto sembri. E questo, soprattutto, riguarda il caso di ipoteca sulla casa. Come noto, Equitalia può iscrivere ipoteca sulla casa (anche qualora si tratti della prima abitazione di residenza) solo per somme superiori a 20.000 euro (per approfondimenti leggi la nostra guida sull’ipoteca sulla casa di Equitalia). Da oggi, però, sarà più facile scongiurare questa possibilità. Chi, per esempio, avrà accumulato un debito con lo Stato di 25.000 euro, per via del mancato pagamento di 10 cartelle, potrà scegliere di pagarne a rate solo alcune, in modo da far scendere la morosità al di sotto della predetta soglia, impedendo così, all’esattore, di procedere a iscrivere ipoteca. Nell’esempio di poc’anzi, se una delle 10 cartelle è di ammontare superiore a 5.000 euro, il contribuente potrà decidere di rateizzare solo quest’ultima, in modo da contenere il proprio debito al disotto della fatidica soglia delle 20mila euro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. ma per debito si considera l’importo iscritto a ruolo o il saldo comprensivo di oneri e interessi?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube