Diritto e Fisco | Articoli

Contratto: per annullarlo prescrizione di cinque anni

23 Aprile 2015
Contratto: per annullarlo prescrizione di cinque anni

Controllando la fotocopia di un contratto di servizio energia ho riscontrato delle incongruenze sotto l’aspetto formale e cioè il fatto che la data è stata visibilmente cancellata e corretta a penna, ma non approvata con la sottoscrizione. Il contratto può essere impugnato? Esiste una prescrizione al riguardo?

Il nostro codice prevede diverse ipotesi di nullità o annullabilità del contratto [1].

La nullità vera e propria di un contratto si determina in casi particolarmente gravi, ovvero quando, ad esempio, l’atto è contrario a norme imperative, ha un oggetto impossibile o illecito od indeterminato, oppure quando manca di uno dei requisiti ritenuti indispensabili dalla legge come: l’accordo delle parti, la causa, l’oggetto, la forma (se prescritta sotto pena di nullità). Un contratto può essere nullo anche solo parzialmente, ma in questo caso, la nullità di singole parti non comporta necessariamente la nullità dell’intero contratto.

Quando i vizi del contratto sono di minore gravità, come sembra di poter dire nel caso del lettore, si parla di annullabilità del contratto. Il contratto annullabile produce tutti gli effetti di un contratto valido, ma questi possono venire meno se viene fatta valere con successo l’azione di annullamento.

I casi di annullabilità indicati dalla legge possono essere l’incapacità legale di uno dei contraenti (ad esempio perché minore), la presenza di un errore essenziale del consenso, oppure la presenza di una sottoscrizione ottenuta con violenza o dolo.

La differenza tra i due concetti comporta che l’azione destinata a far dichiarare la nullità di un contratto non è soggetta a prescrizione (salvi gli effetti dell’usucapione e della prescrizione delle azioni di ripetizione), mentre l’azione di annullamento si prescrive in cinque anni, che decorrono dal giorno in cui è cessata la violenza, è stato scoperto l’errore o il dolo, oppure è cessato lo stato di incapacità a contrarre del sottoscrittore. Da ultimo, merita ricordare che il contratto annullabile può essere comunque convalidato dal contraente al quale spetterebbe l’azione di annullamento.


note

[1] Disciplinate dagli articoli 1418 ss. Cod. civ.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube