Diritto e Fisco | Articoli

Imu pagata 2 volte: possibile la compensazione?

24 gennaio 2015


Imu pagata 2 volte: possibile la compensazione?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 gennaio 2015



Ho inoltrato al mio Comune domanda di rimborso poiché ho pagato due volte l’IMU 2012, allegando le fotocopie delle due quietanze di versamento (F24) dell’Agenzia delle Entrate riguardanti l’erroneo doppio pagamento, senza ricevere risposta. Almeno è possibile compensare a credito con il prossimo pagamento IMU o altro tributo?

 

Senza una specifica autorizzazione proprio Comune, non è possibile effettuare una compensazione. Non avendo il Comune dato alcuna risposta, è consigliabile inviare ulteriore diffida nominando un legale, con richiesta di indicazione del responsabile del procedimento.

Successivamente, in mancanza di riscontro, bisogna instaurare un contenzioso innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale per il rimborso delle somme, degli interessi, nonché delle spese legali, attesa l’evidente illegittimità del comportamento attuato dal Comune.

Sussiste anche un’ulteriore possibilità che, tuttavia, presenta alcuni rischi connessi a contestazioni o pagamento di sanzioni: consiste nel trattenere, nel prossimo versamento IMU, l’importo pagato due volte, versando solo la differenza. Quando il Comune contesterà l’omesso parziale versamento, chiederà all’Ufficio la compensazione, richiamando la comunicazione e la diffida trasmessa.

In quest’ultima ipotesi non è possibile dire con certezza che il Comune accetterà la compensazione, nonostante sia un’azione corretta e conforme ai principi di buona fede e buon andamento nei rapporti tra contribuente e Fisco.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI