Diritto e Fisco | Articoli

Avvocato: consulenza gratis

24 Aprile 2015
Avvocato: consulenza gratis

Avvocato gratuito e consulenza legale in uno studio professionale o sul web: gratuito patrocinio e siti dove ottenere risposta alle proprie domande.

Trovare una consulenza legale gratis su internet è assai più facile che in uno studio professionale. Difatti, con l’affermarsi del web e del commercio elettronico, è aumentato il numero di avvocati disposti a fornire “prime consulenze” senza chiedere corrispettivo. E ciò avviene sia dietro lo schermo di società commerciali che attraverso blog o siti vetrina personali. In molti di questi casi, però, la parcella scatta in un secondo momento quando, all’esito di un vaglio di “fattibilità”, è necessario poi procedere in tribunale per la tutela del diritto del cittadino. Si tratta, quindi – almeno di norma – di pareri di massima, spesso generici e collegati, appunto, alla esperibilità dell’azione giudiziale. In buona sostanza, quello che non viene chiesto prima, viene poi presentato con il conto finale. Del resto, la disponibilità dei professionisti di fornire il proprio tempo per l’utenza del web è largamente legata alla speranza di aumentare la propria clientela.

Il discorso cambia se si chiede consulenza a una associazione di tutela dei consumatori che, di norma, fanno pagare una quota di “ingresso”, cui poi viene collegata la possibilità di fruire di una serie di servizi, tra cui, appunto, quelli di consulenza da parte degli avvocati legati all’associazione. Tra le realtà più serie in Italia vi è certamente Altroconsumo e Aduc, già note per alcune importanti battaglie giudiziali in difesa dei consumatori.

Maggiore è il numero di legali disposti a concedere consulenze dietro pagamento di corrispettivo che, di norma, non viene determinato a priori, ma legato alla complessità della questione. In altri casi – come in quello del nostro portale – la consulenza viene subordinata al pagamento di un prezzo fisso predeterminato, a prescindere dalla materia e dalla difficoltà della domanda.

Chi possiede i presupposti di reddito per accedere al gratuito patrocinio – ossia alle ipotesi in cui l’avvocato è a spese dello Stato – può solo sperare di ottenere una difesa gratuita in causa. In tal caso non è tenuto a pagare né parcelle, né spese vive, né tasse, contributi o diritti di cancelleria. L’avvocato che dovesse chiedere un corrispettivo – qualsiasi titolo – o anche un rimborso spese al cliente già ammesso al gratuito patrocinio commetterebbe illecito deontologico. Non rientra però nel gratuito patrocinio la consulenza legale, che è considerata “attività stragiudiziale” (mentre il patrocinio a spese dello Stato è collegato solo all’attività giudiziale). Così, per esempio, bisognerà sempre pagare, a prescindere dal proprio reddito, la redazione di un contratto, l’interpretazione di un testamento, un parere scritto o anche il semplice consiglio legale. Infatti, per queste attività, l’avvocato non viene pagato dall’Erario. Ecco perché è sempre bene chiarire in anticipo, con il professionista, l’eventuale corrispettivo per la prestazione richiesta, preventivo che, se richiesto dal cliente, l’avvocato è tenuto a fornire per iscritto.

Per avere diritto al gratuito patrocinio bisogna essere titolari di un reddito non superiore a 11.369 euro. Fa fede l’ultima dichiarazione Irpef. Se si convive con il coniuge e/o con altri familiari, a parte casi specifici, il reddito considerato è quello dell’intero nucleo familiare.

Non perché si è stati però ammessi al gratuito patrocinio, in caso di perdita della causa e conseguente condanna alle spese processuali, non si è tenuti a pagare l’avvocato di controparte. Il gratuito patrocinio, infatti, implica solo l’esenzione dal pagamento del proprio difensore. Questo per evitare che ci si possa fare schermo delle proprio ridotte capacità economiche per intentare facili cause a destra e manca.

note

Autore immagine: 123rf com


6 Commenti

  1. Buongiorno, vorrei contestare una contravvenzione fatta in data 24/09/2016 nel comune di Chianciano Terme (Si), per la mancata revisione dell’auto. Ho preso una multa per la stessa infrazione, il giorno 09/10/2016 (16 giorni dopo) nel mio comune di residenza Carugo (Co), sono però stato fermato ed informato dalla pattuglia della mancata revisione, e da bravo cittadino ho pagato la multa e fatto la revisione dell’auto, ora mi arriva la medesima multa dal comando dei vigili di Chianciano Terme, dove però non ho visto nessun vigile, nessuno mi ha fermato e controllato il libretto e nessuno mi ha contestato nulla, il verbale dice “risultanza fotografica rilevata con strumentazione targa sistem”, mi risulta però che tali sistemi non siano omologati per questo tipo di servizio dal ministero dei trasporti, come mi comporto?… la contesto?

  2. buongiorno, vorrei sottoporre la seguente domanda:
    io e mia moglie abbiamo depositato presso il tribunale di Roma la separazione consensuale.
    avremmo udienza dal giudice a marzo 2017.
    ad oggi sto cercando un immobile e vedendone uno vorrei fermarlo dando un acconto facendo così un atto di prevendita, che poi sarà trasformato in vendita vera e propria dal notaio con pratiche varie, dopo l’udienza dal giudice.
    vorrei sapere se questo atto di prevendita fatto ora prima della firma davanti al giudice può in qualche modo far entrare il coniuge nel diritto della proprietà.
    ribadisco che vorrei fermare l’appartamento con una prevendita e poi concordato con l’agenzia immobiliare trasformare l’atto in acquisto con data dopo la firma del giudice.

    grazie

  3. Salve. Spero che qualcuno po aiutarmi. Sono dal USA e scrivo malissimo. Scusate . Ho acquistato un terreno nel 1996 con enfiteusi. 3anni fa lo venduto a un privato che abbiamo fatto una carta scritta fra noi senza notaio. lui lo comprava a 23000 euro. Dopo aver pagato con rate mensili da 500 euro questo terreno al improvviso non lo voleva piu dicendo che non sapeva che cera enfiteusi. Ci ha portato in causa chiedendo 30 milla euro. La cosa che non capisco e che l’avvocato ha detto che possiamo perdere. Ma che colpa ne abbiamo noi se tutti i tereni nella zona hanno enfiteusi. Anche noi abbiamo aquistato con enfiteusi. Cmq non abbiamo soldi solo il terreno e una casa che sono separati. Se perdiamo cosa po esserne pignorato? Grazie

  4. Nel periodo che ero in Costa d’Avorio 1990 al 2002 per lavoro sono stati venduti gli immobili ereditati dai nostri genitori.Ho firmato la procura a mia sorella maggiore, non avendo un conto bancario mia sorella ha custodito la mia quota dicendomi che suo marito ,impiegato al Banco di Roma gli ha investiti in un conto molto redditizio.Per tutti questi anni mi ha fatto credere che i l denaro era ben custodito e che rendeva bene.Attualmente che ho richiesto i miei soldi non si fa piu sentire.
    Desidero sapere cosa devo fare e se possibile recuperare.

  5. Salve,ho acquistato una casa indipendente nel centro storico,quindi di vecchia costruzione,al momento del sopralluogo (evidente) che la casa non venite pittura da 5 anni,il terrazzo ben curato,e i proprietari mi hanno messo al corrente che 2 vani su 3 il soffitto era rivestito di cartongesso per motivi di termostatico.Iniziati i lavori abbiamo scoperto che il cartongesso camuffata il soffitto per problemi al solaio.Ora mi chiedo,anche se consapevole che la casa è di vecchia costruzione,consapevole del cartongesso, consapevole che la casa essendo vecchia naturalmente è da ristrutturare,posso chiedere un risarcimento ai vecchi proprietari?Grazie.

  6. domanda

    per motivo malatia ho dovuto venire brasile stare con famiglia
    ero religiosa durante tempo che sono stata con le suore ho presso cittadinanza che mi dato cerficato io voglio sapere anche se sono uscita ho diritto inps italiano mi ha blocatto voglio sapere perche se la cittadinanza italiana che cosa ,

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube