Diritto e Fisco | Articoli

Bussano alla porta e chiedono di visionare le bollette della luce? Attenti alla truffa!

2 Marzo 2012 | Autore:
Bussano alla porta e chiedono di visionare le bollette della luce? Attenti alla truffa!

Truffe da parte di imprese dell’energia elettrica concorrenti: diffidate delle visite porta a porta di agenti commerciali che chiedono di firmare contratti.

Sempre maggiori sono le segnalazioni, da parte dei consumatori, di visite porta a porta effettuate da sedicenti dipendenti di compagnie elettriche i quali, senza presentarsi, chiedono di vedere le bollette della luce. Fanno credere all’ignaro utente di appartenere alla compagnia con cui lui ha stipulato il contratto mentre invece sono agenti di commercio che lavorano per una società concorrente (del mercato libero).

Dopo aver visionato le fatture, propongono poi una nuova offerta, più vantaggiosa, che elimina i costi fissi (che invece, per legge, non possono essere decurtati). E immancabilmente – del resto è il loro scopo – forniscono un modulo da firmare.

Non poche volte, peraltro, i moduli vengono anche fatti firmare da chi non è legittimato a farlo.

Sono tecniche commerciali aggressive e truffaldine, che fanno generalmente leva sulle persone anziane o su quelle meno preparate. Del resto, il mercato dell’energia è il business più florido che esista, al momento, in Italia. E gli agenti di commercio sono pronti a qualsiasi truffa pur di accaparrare nuovi clienti.

Conseguenza: il reato è annullabile per vizio del consenso. L’utente potrà quindi recedere in qualsiasi momento, senza pagare penali. Ma, per fare questo, poiché l’annullabilità richiede sempre un provvedimento del giudice, è sempre meglio consultare il proprio avvocato.

 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube