Diritto e Fisco | Articoli

Se il partner si scopre gay dopo il matrimonio niente addebito

30 Aprile 2015
Se il partner si scopre gay dopo il matrimonio niente addebito

Separazione: la colpa non è di chi scopre la propria omosessualità successivamente all’unione.

Non scatta l’addebito della separazione solo perché, nel corso del matrimonio, uno dei due coniugi scopre la propria omosessualità e decide di farla finita con l’altro. Questo perché ognuno ha il diritto di esprimere liberamente la propria vita di relazione e sessuale, senza che vi possano essere costrizioni. A dirlo è la Cassazione in una sentenza di ieri [1].

La legge stabilisce il diritto inviolabile di ciascuno di chiedere la separazione in presenza di fatti che rendano intollerabile la vita matrimoniale, senza che da ciò ne possa derivare, per questi, alcuna sanzione come è, appunto, l’addebito. Se così fosse, non varrebbe sostenere la libertà di divorziare.

Dunque, quando l’unione si spezza, a prescindere dalle cause che l’hanno determinata (salvo si tratti di comportamenti colpevoli come, per esempio, la violenza, il tradimento, ecc.), si può intraprendere il giudizio di separazione. Anzi, la scoperta di essere gay è proprio la prova dell’intollerabilità della convivenza e, quindi, dà diritto a chiedere la separazione senza alcun addebito. È comprensibile, quindi, che chi si trovi a vivere un simile travaglio esistenziale ritenga “intollerabile” il protrarsi della convivenza matrimoniale. Ed è suo diritto chiedere la separazione senza che da ciò ne possa derivare una colpa.


note

[1] Cass. sent. n. 8713 del 29.04.2015.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube