Telecom: da oggi bollette solo da TIM, una al mese. Addio canone

2 maggio 2015


Telecom: da oggi bollette solo da TIM, una al mese. Addio canone

> Diritto e Fisco Pubblicato il 2 maggio 2015



Cambia il nome, le tariffe ma soprattutto la periodicità di invio della fattura a casa.

Da ieri si è compiuta la definitiva “trasformazione” delle nostre utenze telefoniche di casa, fisse o mobili con il passaggio da Telecom a Tim. Tim è diventato, ormai a tutti gli effetti, l’unico referente non solo per la telefonia mobile, ma anche per quella fissa. Non solo: da 24 ore sono stati attivati, nei confronti degli abbonati che non hanno disdetto il contratto, i nuovi piani tariffari, a prescindere dal fatto che questi ne fossero a conoscenza o meno. Inoltre è stato definitivamente abolito il canone fisso. Ma procediamo con ordine.

Il primo aspetto di questo cambiamento che verrà subito in evidenza a tutti è che gli utenti non vedranno più recapitarsi a casa le bollette nelle buste con il logo Telecom, ma con quello TIM.

Fate quinti attenzione: molti di voi potrebbero cadere nell’errore di ritenere che si tratti di offerte commerciali, non avendo mai siglato un contratto con TIM e, quindi, il rischio di buttare nella spazzatura la busta, con tutta la fattura, senza neanche averla aperta, potrebbe essere elevato.

Chi in questi giorni non ha provveduto a disdire il contratto, passerà, quindi, in automatico a TIM, senza bisogno di dichiarazioni o richieste.

A cambiare non è solo il nome ma altri due importanti aspetti.

Il primo sono le tariffe: le nuove offerte sono già partite ieri, in automatico. Anche il vostro conto, quindi, “fattura” già sulla base dei nuovi importi. Fate quindi attenzione a valutare bene il vostro piano telefonico ideale. Abbiamo pubblicato le nuove tariffe, confrontandole con le vecchie, nelle due seguenti guide a cui vi rinviamo:

Addio Telecom: si passa automaticamente a TIM

La bolletta diventa mensile

Nel caso in cui le nuove offerte non vi soddisfino avete tempo fino al 30 giugno 2015 per recedere e poter cambiare operatore, senza costi di disattivazione, altrimenti il vostro nuovo profilo verrà automaticamente attivato. È importante, comunque, considerare che Telecom/Tim non è l’unico operatore presente sul mercato e, quindi, potrebbero esserci tariffe di altre aziende più convenienti per il vostro profilo di utilizzo.

Il secondo aspetto importante da tenere presente è che, da ora, la bolletta verrà recapitata una volta al mese e non ogni due. Per evitare file alla posta, si potrà scegliere di pagare tramite internet o con la classica domiciliazione della bolletta in banca.

Le nuove comunicazioni di Telecom

Proprio ieri Telecom ha diffuso un comunicato stampa in cui annuncia alcuni importanti cambiamenti in garanzia dei clienti per le offerte di telefonia fissa.

Sono state introdotte nuove modalità tariffarie che superano la distinzione tra il costo per la linea telefonica di casa (il canone) e il costo sostenuto per effettuare le chiamate.

In questo modo la linea telefonica di casa evolve verso un’offerta “Tutto incluso” che offre la totale libertà sui consumi di traffico con la certezza della spesa mensile che comprende chiamate illimitate verso tutti i numeri fissi e cellulari nazionali.

Telecom ha annunciato maggiore trasparenza verso l’utenza attraverso l’inserimento di nuovi messaggi informativi nelle fatture in emissione nei prossimi mesi, la pubblicazione di un’apposita news linkata direttamente alla homepage del sito www.telecomitalia.it, oltre alla reiterazione della pubblicazione di un annuncio stampa sui principali quotidiani a diffusione nazionale.

Ai clienti titolari solo di una linea telefonica di base senza offerte tariffarie ad hoc, Telecom Italia consentirà di passare gratuitamente ad altra offerta maggiormente rispondente alle sue esigenze. Gli interessati potranno recarsi, entro il prossimo 31 ottobre 2015, presso i negozi Tim, o chiamare il Servizio Clienti 187 per contattare Telecom Italia ed esprimere eventualmente la propria volontà di richiedere il passaggio gratuito all’offerta “Voce” a consumo (al costo di 19 euro/mese e con chiamate valorizzate a consumo) con effetto retroattivo a decorrere dal 1° maggio 2015 e conseguente ricalcolo del traffico eventualmente effettuato.

A breve verrà individuato un target di clientela, qualificabile come “basso spendente”, sulla base di criteri oggettivi; costoro riceveranno, entro il prossimo ottobre 2015, una comunicazione che ricorderà loro la possibilità, entro il 31 ottobre 2015, di richiedere il passaggio gratuito all’offerta “Voce” o passare ad altra offerta maggiormente rispondente alle proprie esigenze.

Si risparmia o si spenderà di più?

Alla fine dei conti, con le nuove tariffe cambia poco per gran parte degli utenti. Ad esempio, per chi effettua più di due telefonate al giorno e sta più di 5 minuti al telefono, con “Tutto Voce” (la nuova tariffa Tim), risparmia circa 6 euro al mese. Ad essere svantaggiati invece sono coloro che utilizzano il telefono fisso raramente: infatti, se prima, oltre al canone da 18,54 euro costoro pagavano solo qualche euro in più per le chiamate, ora con Tutto Voce dovranno versare 29 euro al mese.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

4 Commenti

  1. Bastarda Telecom : leggo “cambia poco o nulla per chi usa il fisso raramente, che sono la maggiorparte dei privati ormai !

  2. Ho aderito, su invito di un operatore Telecom all’offerta “Tutto voce” ad €.29,00 al mese ed ho avuto riscontro di accettazione da Telecom con un messaggio sul cellulare di mia moglie. Con sorpresa anche questo mese ho pagato la metà dell’importo del bimestre scorso e non l’importo sopra menzionato. Devo aspettarmi altre sorpresa da Telecom?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI