HOME Articoli

Lo sai che? Verbale di accertamento dell’Ispettorato Lavoro: come si legge

Lo sai che? Pubblicato il 8 maggio 2015

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 8 maggio 2015

Quando l’Ispettorato del lavoro, a seguito di ispezione in azienda, rileva delle irregolarità passibili di sanzione amministrativa e/o diffida, notifica un apposito e unico verbale, contente la constatazione e notificazione di tutti gli illeciti riscontrati, l’importo delle sanzioni, la prescrizione di specifici comportamenti, gli strumenti di tutela a disposizione dell’azienda.

 

Al fine di semplificare la procedura di contestazione, diffida e sanzionatoria nei confronti dell’azienda, la legge prevede che gli Ispettori del lavoro, riscontrati illeciti e/o irregolarità a seguito di ispezione, debbano redigere e notificare al datore di lavoro un unico verbale, dal contenuto molto vario e preciso [1].

Il Verbale unico di accertamento e notificazione si compone di tre pagine e cinque sezioni. La prima pagina contiene una parte cosiddetta “descrittiva”, che deve indicare:

– i dati del soggetto ispezionato;

– il numero di posizione INPS e INAIL;

– il numero di iscrizione alla Camera di Commercio;

– il contratto collettivo applicato;

– il nome del professionista che assiste il datore di lavoro;

– le generalità dei responsabili aziendali e dell’obbligato in solido per contributi, premi assicurativi e sanzioni amministrative;

– le generalità dei soggetti presenti durante l’accesso ispettivo;

– la sede di lavoro oggetto di accertamento ed il periodo cui l’accertamento si riferisce;

– i documenti visionati durante gli accertamenti;

– le attività esercitate dal datore di lavoro;

– le risultanze dell’accertamento.

Segue quindi una parte dedicata alle “avvertenze” ove vengono indicati i provvedimenti che potrebbero essere emessi separatamente rispetto al Verbale di accertamento e notificazione. Ad esempio, si pensi alla “Diffida accertativa per crediti patrimoniali”, atto con il quale si contesta al datore di aver pagato al dipendente una retribuzione inferiore rispetto a quella spettante in proporzione all’orario di lavoro effettivamente svolto.

L’ultima pagina contiene infine il dettagliato resoconto delle operazioni svolte dagli Ispettori, l’indicazione delle dichiarazioni e documenti raccolti, delle prove comunque utilizzate, le conclusioni dell’accesso ispettivo specificamente motivate.

Il Verbale unico si compone quindi di cinque “Sezioni” (o allegati), così suddivise:

1) Diffida/notificazione di illecito amministrativo: essa contiene l’elenco di tutte le violazioni riscontrate, che possono essere sanate tenendo una certa condotta. Questa sezione contiene quindi la “diffida” all’azienda di regolarizzare le violazioni entro un preciso termine, con l’avvertimento che, in mancanza, il provvedimento dovrà considerarsi definitivo.

 

2) Ammissione al pagamento in misura minima (c.d. Diffida ora per allora): Contiene l’elenco delle violazioni sanante spontaneamente dall’azienda e l’importo della relativa sanzione, applicata proprio in ragione dell’avvenuta regolarizzazione, in misura ridotta.

 

3) Notificazione dell’atto amministrativo: qui vengono indicate le violazioni insanabili, che comportano quindi solamente l’applicazione di una sanzione amministrativa (pagamento di una somma di denaro).

 

4) Strumenti di tutela: questa sezione contiene l’avvertimento all’azienda che potrà difendersi contro il Verbale di accertamento presentando scritti e documenti a propria difesa entro 30 giorni dalla notifica dell’atto, oppure impugnarlo entro un termine che varia, a seconda degli illeciti contestati.

 

5) Procedura di notifica: la sezione riepiloga schematicamente ciò che il trasgressore dovrà fare.

note

[1] Art. 13, comma 4, D.Lgs. 124/2004.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI