Business | Articoli

Assunzione genitori: 5mila euro per gli studi professionali

24 Maggio 2016
Assunzione genitori: 5mila euro per gli studi professionali

L’incentivo per chi assume genitori vale anche per gli studi professionali: un futuro per i praticanti?

L’incentivo giovani genitori è ammissibile anche per le assunzioni all’interno di studi professionali. Ecco i dettagli nella nota del Ministero del Lavoro che su stimolo dell’ordine dei Consulenti del Lavoro definisce come anche gli studi possano assumere con vantaggi notevoli.

Cos’è il Bonus Genitori?

Il bonus genitori è un’agevolazione introdotta nel 2010 [1] consiste nella possibilità di assumere giovani genitori ottenendo un bonus di 5mila euro che viene riconosciuto alle imprese private e alle società cooperative che assumano giovani genitori con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, anche se part-time. Il limite è di cinque assunzioni per ogni singola impresa o società cooperativa.

Bonus genitori per gli studi professionali

Il Ministero del Lavoro nel definire quali siano i datori di lavoro potenzialmente beneficiari del bonus e tenuto conto della finalità dell’incentivo e alla luce delle interpretazioni dell’UE in materia di incentivi chiarisce che è possibile aderire a una interpretazione estensiva della locuzione “imprese private“, contenuta nel decreto. Secondo il Ministero, dunque, è possibile utilizzare una nozione di imprenditore/datore di lavoro in accezione europea, ovvero verso qualunque soggetto che svolge attività economica e che sia attivo in un determinato mercato, a prescindere dalla forma giuridica assunta.

Dunque anche gli studi professionali sono ammessi all’agevolazione. Si tratta di un’apertura che sembra poter finalmente stringere un occhio anche ai praticanti, ai geometri, ai collaboratori, che potrebbero nel provvedimento trovare una spinta da parte degli avvocati, dei commercialisti, dei consulenti, degli ingegneri e degli architetti, in breve per tutte le figure fondamentali agli studi professionali che restavano sino ad oggi esclusi da questo provvedimento di welfare.

Bonus genitori: come ottenerlo

Per aver diritto al bonus, l’assunzione deve riguardare soggetti:

  • d’età non superiore a 35 anni,
  • genitori di figli minori,
  • rispetto ai quali risulti in corso oppure cessato un rapporto a termine, in somministrazione, intermittente, ripartito, di inserimento, accessorio ovvero una (ormai ex) collaborazione a progetto, nonché coordinata e continuativa.

I genitori in possesso dei requisiti devono iscriversi a una banca dati presso l’Inps che l’istituto ha riattivato dallo scorso mese di dicembre, in seguito alle modiche delle linee guida sul bonus.


note

[1] DM Ministero del Lavoro del  19/11/2010


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube