Diritto e Fisco | Articoli

Il Giudice può ridurre le liste di testimoni anche durante l’istruttoria

11 Maggio 2015


Il Giudice può ridurre le liste di testimoni anche durante l’istruttoria

> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 Maggio 2015



Il giudice di merito può ridurre la lista dei testimoni anche se una parte di loro è stata già ascoltata: egli esercita un potere discrezionale non sindacabile in sede di legittimità.

È consentito al giudice civile, una volta sentiti alcuni dei testimoni, decidere di non sentire più gli altri, benché inizialmente ammessi dopo la richiesta dell’avvocato. È quanto si evince da una sentenza della Cassazione di questa mattina [1].

In buona sostanza, spiega la Suprema Corte, il magistrato che sta istruendo la causa ha un potere discrezionale assai ampio, che non può essere limitato da quanto deciso dallo stesso in fase di ammissione dei mezzi di prova: il che significa che ben può fare dietrofront durante l’istruzione probatoria, riducendo la lista testimoniale.

“Il potere discrezionale di ridurre le liste testimoniali – si legge in sentenza – spetta al giudice di merito anche nel corso del giudizio ossia quando una parte dei testimoni sia stata già sentita e il suo esercizio non è sindacabile in sede di legittimità”.

Si tratta di un principio già espresso dalla stessa Cassazione, in precedenti pronunce [2].

note

[1] Cass. sent. n. 9477 dell’11.05.15.

[2] Cass. sent. n. 9551/2009, n. 13375/2009.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI