Diritto e Fisco | Articoli

No spese processuali se c’è un minimo riconoscimento del credito

13 Maggio 2015
No spese processuali se c’è un minimo riconoscimento del credito

Nessuna condanna alle spese se il giudice riconosce anche una minima parte delle somme pretese dal creditore anche se con il decreto ingiuntivo.

Non si può condannare alle spese processuali il creditore che abbia agito con un decreto ingiuntivo nei confronti del debitore e che, a seguito dell’opposizione sollevata da quest’ultimo, si sia visto riconoscere, con la sentenza definitiva, solo una minima parte del credito azionato. Lo ha chiarito la Cassazione in una recente sentenza [1].

In questi casi, secondo i Supremi giudici, non si può parlare di una vera e propria “soccombenza” processuale. Ai fini della condanna alle spese, la valutazione di soccombenza, infatti, va rapportata all’esito finale della lite anche in caso di giudizio conseguente ad opposizione a decreto ingiuntivo. Pertanto il creditore che, con la sentenza che decide l’opposizione al decreto ingiuntivo, veda riconosciuto – sia pure in minima parte rispetto a quanto richiesto ed ottenuto col decreto ingiuntivo – il proprio credito non può considerarsi tecnicamente “sconfitto”. E ciò anche se il giudice – giustamente – per riconoscergli le minori somme, sia tenuto a revocare integralmente il decreto ingiuntivo e, magari, condannarlo alla restituzione di quanto aveva in precedenza incassato.

Insomma, solo il rigetto integrale della domanda processuale – secondo la Cassazione – può comportare la condanna a pagare l’avvocato di controparte e tutte le spese da quest’ultima sopportate.


note

[1] Cass. sent. n. 9587/2015.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube