Diritto e Fisco | Articoli

Detrazioni fiscali per tasse scolastiche, spese di studio e ricerca

17 Maggio 2015
Detrazioni fiscali per tasse scolastiche, spese di studio e ricerca

Dichiarazione dei redditi 730 e modello UNICO: la scuola fa risparmiare il contribuente.

Ogni famiglia, ormai, sostiene ingenti spese per far studiare i figli. Lo Stato viene però incontro ai cittadini prevedendo la possibilità di detrazioni e di agevolazioni sull’IVA. Vediamo di che si tratta.

Sono detraibili dalle tasse le spese sostenute per l’iscrizione e la frequenza di corsi di istruzione secondaria e universitaria (non primaria) tenuti presso istituti italiani o stranieri, pubblici o privati, presso conservatori e istituti musicali pareggiati, nonché dalle università telematiche (pubbliche e private, riconosciute con provvedimento di accreditamento del ministero).

I corsi universitari sono quelli ordinari, per la specializzazione e quelli per il conseguimento della laurea breve.

Non sono detraibili le spese per corsi di studi per gli esami di abilitazione professionale, mentre invece lo sono quelle per la frequenza di corsi post universitari di perfezionamento tenuti presso le università.

Sono detraibili le spese di iscrizione alla scuola di specializzazione per l’insegnamento secondario (SSIS) e di partecipazione alle prove di accesso ai corsi universitari a numero chiuso necessari per accedere allo specifico corso universitario.

Per la frequenza ai corsi in istituti o facoltà private, il limite di spesa a cui applicare l’aliquota del 19% corrisponde a quello sostenuto per lo stesso corso di studi presso l’istituto o l’università pubblica più vicina. Per sapere l’esatto importo da detrarre conviene rivolgersi direttamente alla segreteria dell’università privata oppure consultare i relativi siti internet.

L’Agenzia delle Entrate ha ritenuto ormai detraibili anche le spese per l’iscrizione al corso di dottorato di ricerca universitario (nella misura del 19%).


note

[1] Art. 108 Tuir (testo unico imposte sui redditi).

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube