Business | Articoli

500 posti al Ministero dei Beni Culturali

24 Maggio 2016
500 posti al Ministero dei Beni Culturali

Parte il bando di assunzione al ministero per 500 posti a tempo indeterminato, le caratteristiche delle prove e i requisiti di accesso

Sono stati da poco pubblicati i bandi di concorso per un totale di ben 500 posti per l’assunzione a tempo indeterminato di 500 funzionari al Ministero dei Beni Culturali.

Di questi, 130 saranno riservati agli architetti.
La domanda deve essere inviata dal 31 maggio al 30 giugno. La procedura online deve essere eseguita dal sito Ripam.it

La gestione della procedura concorsuale è affidata alla Commissione Interministeriale per l’attuazione del Progetto Ripam.

Come si svolge il concorso?

Il concorso si svolge in quattro fasi: preselezione (passa un numero di candidati pari a 5 volte la disponibilità dei posti messi a bando), 2 prove scritte volte a testare le conoscenze teoriche relative alle materie e ambiti disciplinari specifici del profilo concorsuale e della lingua inglese così come delle tecnologie informatiche. Nella seconda prova scritta sarà inoltre testata anche la conoscenza pratica riferita all’attività che la funzione pubblica da ricoprire porterà ad esercitare.
Il concorso termina con la prova orale e la fase di valutazione titoli.

MIBACT 130 posti di architetto: suddivisione per regione

La ripartizione dei citati 130 posti per gli architetti avviene su scala regionale. È stata decisa la ripartizione dei 130 posti per architetti su scala regionale. Ecco come:

  • Lazio 39 posti;
  • Campania, 12 posti;
  • Lombardia, 11 posti;
  • Toscana, 10 posti;
  • Calabria, 8 posti;
  • Umbria, 7 posti;
  • Piemonte, 7 posti;
  • Basilicata, 5 posti;
  • Puglia, 5 posti;
  • Sardegna, 5 posti;
  • Emilia Romagna, 4 posti;
  • Liguria, 4 posti;
  • Abruzzo, 3 posti;
  • Friuli Venezia Giulia, 3 posti;
  • Umbria, 3 posti
  • Marche, 3 posti;
  • Molise, 1 posto.

Architetti, concorso MiBACT, quali requisiti per l’accesso?

Ecco i requisiti per gli architetti che volessero presentare domanda per il MiBACT:

  • laurea specialistica, o laurea magistrale, o diplomi di laurea rilasciati ai sensi della legge n. 341 del 1990, in architettura, architettura del paesaggio o titoli equipollenti;
  • diploma di specializzazione, o dottorato di ricerca, o master universitario di secondo livello di durata biennale, in materie attinenti il patrimonio culturale, o titoli equipollenti;
  • abilitazione all’esercizio della professione di Architetto.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube