Diritto e Fisco | Articoli

Trasporto di animali in aereo, treno e traghetto

19 maggio 2015


Trasporto di animali in aereo, treno e traghetto

> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 maggio 2015



Regole per viaggiare con cani, gatti, conigli e altri animali domestici: autorizzazioni, biglietti, prenotazioni.

Tra non molto inizieranno le ferie estive. Ma per chi possiede un animale, andare in vacanza potrebbe essere più difficile, specie se si decide di usare mezzi come la nave, l’aereo o il treno. I padroni di cani, gatti o altri animali domestici dovranno quindi osservare alcune precauzioni per evitare brutte sorprese. In particolare chi va all’estero deve prima informarsi sulla normativa vigente nel Paese di destinazione, sui documenti e sulle vaccinazioni necessarie.

Per quanto invece riguarda le regole per il trasporto con mezzi pubblici, è bene sapere quanto di seguito elencheremo.

1 | IN AEREO

Di norma, il trasporto di animali deve essere sempre prenotato con anticipo. Il vettore potrebbe rifiutare il trasporto se l’animale non versa in buone condizioni di salute.

Trasporto nella stiva dell’aereo

In tal caso l’animale passerà al check-in come bagaglio registrato. È possibile per cani, gatti, conigli e furetti (gli altri animali possono essere trasportati solo come merce).

È necessario rispettare le seguenti condizioni:

– gli animali devono essere trasportati in un trasportino impermeabile munito di fori per la respirazione (dimensioni massime 125 x 69 x 80 cm); è possibile acquistare il trasportino in aeroporto;

– il trasportino deve essere munito del nome del proprietario dell’animale, nonché indirizzo e numero di telefono;

– gli animali devono essere muniti dei relativi documenti; sarà quindi fatturata la tassa prevista dalla relativa tariffa.

Trasporto nella cabina dell’aereo

In alcuni casi, l’animale può viaggiare in cabina, insieme al suo proprietario. Si può trattare solo di

un cane, un gatto o un coniglio e sempre che sussistano le seguenti condizioni:

– l’animale deve rimanere nel trasportino (dimensioni massime 48 x 32 x 29 cm. peso massimo incluso l’animale di 8 kg);

– è necessario presentarsi al check-in almeno 60 minuti prima della partenza dell’aereo;

– nell’aereo vi possono essere al massimo due animali piccoli (uno in classe Economy e uno in classe Business).

Fanno eccezione i cani guida per i passeggeri disabili, nel qual caso l’animale (di norma il cane per ciechi) è trasportato in cabina con priorità, senza trasportino e gratis.

2 | IN TRAGHETTO

Il proprietario può portare con sé animali domestici di piccola taglia (per esempio cani e gatti) purché muniti di certificato veterinario attestante che l’animale non è affetto da malattia.

Ogni compagnia navale, poi, ha le sue condizioni di trasporto. Per esempio: Tirrenia e Grandi Navi Veloci consentono il trasporto di cani di piccola taglia e gatti in cabina, Moby Lines ne fa divieto, riservando appositi locali agli animali.

3 | IN TRENO

Anche il treno, in linea di massima, non esclude la possibilità di viaggiare con il proprio animale domestico. Come nel caso dell’aereo, il proprietario dovrà prenotare con anticipo la presenza dell’animale. Inoltre è necessario sapere che:

– è obbligatorio esibire in treno il certificato di iscrizione all’anagrafe canina; in caso contrario si è passibili di multa e si deve scendere alla prima fermata del treno;

– i cani di piccola taglia, i gatti e altri piccoli animali domestici (custoditi nell’apposito contenitore) sono ammessi gratuitamente su tutti i treni, fatta eccezione solo per i treni Eurostar effettuati con materiale ETR 450;

– è consentito il trasporto di un cane di qualsiasi taglia, munito di museruola e guinzaglio: sui treni Espressi, IC, IC Plus e ICN in seconda classe; sui treni Regionali nel vestibolo o piattaforma dell’ultima carrozza, con esclusione dell’orario 7,00-9,00 dei giorni feriali dal lunedì al venerdì; nelle carrozze letto, nelle cuccette per compartimenti acquistati per intero.

Per il trasporto del cane è dovuto il prezzo di seconda classe ridotto del 50%.

Sono esclusi dal trasporto i cani appartenenti a razze ritenute pericolose, secondo l’elenco del Ministero della Salute presente al sito del ministero stesso. Al contrario il cane guida per i non vedenti può viaggiare gratuitamente su tutti i treni.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI