Business | Articoli

IMU, TASI, TARI: sanzioni pagamenti ritardati

26 Maggio 2016
IMU, TASI, TARI: sanzioni pagamenti ritardati

Quanto costa pagare con ritardo la TASI, la TARI, l’IMU? Ecco tutte le sanzioni se si superano i termini di pagamento.

Per pagare c’è sempre tempo, dice un vecchio detto popolare, e mai come per il pagamento dei debiti col fisco ciò è vero. Certo, questo comporta dei costi. Vediamo quali sono le conseguenze di un ravvedimento operoso per il pagamento di IMU, TASI e TARI.

Ravvedimento operoso per IMU, TASI e TARI

Il ravvedimento come per qualsiasi altro tributo anche per la TARI, la TASI e l’IMU corrisponde ad un semplice pagamento ritardato attraverso un F24. Tuttavia, anziché pagare solo il tributo sarà necessario versare una sanzione e gli interessi di mora per ogni giorno di versamento omesso o ritardato.

Ecco allora per chi vuole operare autonomamente a sanare gli eventuali ritardi quali sono i costi dovuti:

  • entro 14 giorni dalla scadenza: ravvedimento sprint, sanzione ridotta pari allo 0,2% per ogni giorno di ritardo;
  • dal 15° al 30° giorno rispetto alla scadenza: ravvedimento breve con una sanzione del 3% fisso (1/10 del 30%) del totale;
  • dal 31° al 90° giorno rispetto alla scadenza: ravvedimento lungo, con sanzione pari al 3,33% fisso (1/9 del 30%);
  • Per le rate omesse dopo la prima, per concordato, conciliazione, rinuncia ad impugnare l’accertamento (autoconcordato), adesioni agli inviti a comparire o ai processi verbali di constatazione, comunicazione di irregolarità, cosiddetto avviso bonario, a seguito del controllo automatizzato o formale delle dichiarazioni dei redditi, dell’Iva e dell’Irap, dal 31° giorno fino al termine di scadenza della rata successiva, cioè, di norma, entro un trimestre: ravvedimento trimestrale, con una sanzione pari al 3,75% fisso (1/8 del 30%)
  • dal 91° giorno ma entro 1 anno: ravvedimento intermedio con sanzione ridotta al 3,75% (1/8 del 30%);
  • Oltre l’anno in cui la sanzione è stata commessa: ravvedimento biennale con sanzione al 4,29% (1/7 del 30%);
  • Dopo 2 anni dall’omissione o dall’errore, ravvedimento ultrabiennale, con sanzione 5% (1/6 del 30%).

Nel Modello F24 sarà necessario barrare la specifica casella denominata “Ravvedimento Operoso”, nella sezione denominata “Imu e altri tributi locali“.

Il tasso di interesse applicato sulle imposte da pagare per il 2016 è stato fissato allo 0,2% annuo.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube