Bonus bebè: termini per la domanda

25 Maggio 2015
Bonus bebè: termini per la domanda

La circolare dell’Inps dell’8 maggio: misura, Isee, richiesta di pagamento.

Le domande per il beneficio, cosiddetto bonus bebè, previsto dalla legge del 2014 [1], per nascite/adozioni/affidamenti preadottivi avvenuti tra il 1° gennaio 2015 e la data di entrata in vigore del Dpcm attuativo (27 aprile 2015), possono essere presentate entro il 27 luglio 2015. Lo ha precisato l’Inps, con una recente circolare [2], in seguito all’emanazione delle istruzioni in merito alle modalità di erogazione del beneficio stesso.

La misura dell’assegno dipende dal valore dell’Isee calcolato con riferimento al nucleo familiare; l’importo annuo dell’assegno è pari a: 960 euro (80 euro al mese per 12 mesi), se il valore dell’Isee non è superiore a 25.000 euro annui; 1.920 euro (160 euro al mese per 12 mesi), se il valore dell’Isee non è superiore a 7.000 euro annui.

Il genitore che ha i requisiti di legge dovrà presentare la domanda di assegno, una sola volta, per ciascun figlio nato o adottato o in affido preadottivo nel triennio 2015-2017; in ogni caso, il richiedente è tenuto a presentare ogni anno la dichiarazione sostitutiva unica. L’Inps corrisponde il beneficio per singole rate mensili, pari a 80 o 160 euro a seconda del valore dell’Isee, secondo le modalità indicate dal richiedente nella domanda.

Il pagamento mensile dell’assegno è effettuato dall’istituto direttamente al richiedente. Se la domanda è stata presentata nei termini di legge (entro i 90 giorni ), il primo pagamento comprende l’importo delle mensilità sino a quel momento maturate.

La domanda va presentata all’Inps, esclusivamente in via telematica, mediante una delle seguenti modalità:

Web – Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite Pin dispositivo attraverso il portale dell’Istituto (www.inps.it – Servizi on line);

Contact center integrato – numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06.164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);

Patronati, attraverso i servizi offerti dagli stessi.

Per maggiori dettagli consulta la nostra guida sul bonus bebè


note

[1] L. 190/2014.

[2] Inps circolare n.93 dell’8.05.2015.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube