Bonus bebè: termini per la domanda

25 maggio 2015


Bonus bebè: termini per la domanda

> Diritto e Fisco Pubblicato il 25 maggio 2015



La circolare dell’Inps dell’8 maggio: misura, Isee, richiesta di pagamento.

Le domande per il beneficio, cosiddetto bonus bebè, previsto dalla legge del 2014 [1], per nascite/adozioni/affidamenti preadottivi avvenuti tra il 1° gennaio 2015 e la data di entrata in vigore del Dpcm attuativo (27 aprile 2015), possono essere presentate entro il 27 luglio 2015. Lo ha precisato l’Inps, con una recente circolare [2], in seguito all’emanazione delle istruzioni in merito alle modalità di erogazione del beneficio stesso.

La misura dell’assegno dipende dal valore dell’Isee calcolato con riferimento al nucleo familiare; l’importo annuo dell’assegno è pari a: 960 euro (80 euro al mese per 12 mesi), se il valore dell’Isee non è superiore a 25.000 euro annui; 1.920 euro (160 euro al mese per 12 mesi), se il valore dell’Isee non è superiore a 7.000 euro annui.

Il genitore che ha i requisiti di legge dovrà presentare la domanda di assegno, una sola volta, per ciascun figlio nato o adottato o in affido preadottivo nel triennio 2015-2017; in ogni caso, il richiedente è tenuto a presentare ogni anno la dichiarazione sostitutiva unica. L’Inps corrisponde il beneficio per singole rate mensili, pari a 80 o 160 euro a seconda del valore dell’Isee, secondo le modalità indicate dal richiedente nella domanda.

Il pagamento mensile dell’assegno è effettuato dall’istituto direttamente al richiedente. Se la domanda è stata presentata nei termini di legge (entro i 90 giorni ), il primo pagamento comprende l’importo delle mensilità sino a quel momento maturate.

La domanda va presentata all’Inps, esclusivamente in via telematica, mediante una delle seguenti modalità:

Web – Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite Pin dispositivo attraverso il portale dell’Istituto (www.inps.it – Servizi on line);

Contact center integrato – numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06.164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);

Patronati, attraverso i servizi offerti dagli stessi.

Per maggiori dettagli consulta la nostra guida sul bonus bebè

note

[1] L. 190/2014.

[2] Inps circolare n.93 dell’8.05.2015.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI