HOME Articoli

Lo sai che? Assegno di divorzio: spese di condominio oltre al mantenimento

Lo sai che? Pubblicato il 28 maggio 2015

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 28 maggio 2015

Se il coniuge è obbligato a mantenere la casa deve anche le spese condominiali.

Separazione: se il coniuge è stato condannato dal giudice ad accollarsi, oltre all’assegno di mantenimento, anche le spese ordinarie e straordinarie dell’immobile nel quale l’ex andrà a vivere da sola, deve farsi carico anche degli oneri condominiali. Compresa l’acqua. È quanto chiarito dalla Cassazione in una sentenza di poche ore fa [1].

Non è sostenibile – dice a chiare lettere la Corte – che tra le spese ordinarie e straordinarie relative ad un immobile non vadano ricomprese anche quelle condominiali: ciò che conta, infatti, è l’inerenza della spesa all’immobile e non, invece, il fatto che il costo verta sulle parti comuni dell’edificio o sulla proprietà individuale. Lo dimostra il semplice fatto che è proprio partecipando alle spese delle parti comuni che si può godere in modo pieno della proprietà individuale.

Si tratta, dunque, di spese tra loro connesse e pertinenti.

Pertanto, se il giudice ha imposto al coniuge di pagare tutte le spese necessarie al mantenimento dell’abitazione ha inteso ricomprendervi anche le rate mensili da versare all’amministratore di condominio. E ciò vale sia per le spese condominiali ordinarie che per quelle straordinarie.

note

[1] Cass. sent. n. 11024/2015.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI