| Editoriale

Avvocati abilitati alla vendita immobili: ultime novità


Avvocati abilitati alla vendita immobili: ultime novità

> Diritto e Fisco Pubblicato il 28 maggio 2015



Notai contro il Ddl Concorrenza sulla norma che consente agli avvocati la compravendita per gli immobili non residenziali fino a 100mila euro.

Avevamo lasciato il Ddl Concorrenza all’esame delle varie commissioni perché, come prevedibile, era necessaria una “riflessione più approfondita” sulle misure che avevano destato l’ira delle assicurazioni (in particolare, le novità in materia di RC auto), le proteste dei carrozzieri (gli sconti sulla polizza in caso di sinistro auto riparato dal meccanico di fiducia della compagnia), le contestazioni degli avvocati (l’obbligo di preventivo scritto e l’apertura delle consulenze stragiudiziali anche a chi non esercita la professione forense) e, non in ultimo, quelle dei notai (contrari alle nuove distanze minime). Se abbiamo dimenticato le proteste di qualcun’altra categoria, ce ne scusiamo anticipatamente: difficile ricordarle tutte quando, in Italia, si parla di competitività e di mercato libero.

Ma in “bilico” erano rimaste le norme che aprirebbero agli avvocati la possibilità di stipulare contratti di compravendita per gli immobili non residenziali fino a 100mila euro: disposizione che, neanche a dirlo, aveva visto scontenti i notai (a cui verrebbe tolta una storica prerogativa: quella di redigere gli atti pubblici […e poi si sa: si comincia sempre da una piccola apertura, per arrivare chissà dove! N.d.R.]) e gli avvocati (le ipotesi sarebbero così residuali da rendere del tutto insignificante l’apertura [gli immobili industriali sono quasi tutti sotto i 100mila euro] ed, in più, l’intervento del legale dovrebbe essere “senza costi” per il cliente).

Ora però il Governo ha fatto sapere (a Federnotai) di essere disponibile a riaprire il dialogo con le due categorie professionali interessate. “Il Ddl concorrenza è in fase di discussione in commissione, siamo aperti al confronto per migliorare il testo. I notai sono importanti per il controllo della legalità nel trasferimento degli immobili. Per prevenire il contenzioso è importante anche il loro contributo”.

Al tavolo rotondo che si è tenuto ieri, non è uscita fuori una linea comune e, anzi, c’è chi la vuole cotta e chi la vuole cruda. Come sempre succede quando si fanno a toccare due interessi confliggenti. C’è chi sostiene che, con la norma in questione, “non c’è trasferimento di competenze tra notai e avvocati, quindi non c’è concorrenza”.

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI