Diritto e Fisco | Articoli

Patente estera in Italia e conversione

1 giugno 2015 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 1 giugno 2015



Ho una patente estera e vorrei sapere se posso utilizzarla per guidare in Italia o se c’è il rischio di una multa da parte della polizia.

Per rispondere correttamente al quesito bisogna distinguere due diverse ipotesi a seconda che la patente sia stata rilasciata da Paesi extra europei o da uno Stato dell’Unione Europea.

 

Patente rilasciata da Paesi extra europei

Gli stranieri in possesso di patente rilasciata da un paese extra UE possono guidare liberamente in Italia per i primi 12 mesi di permanenza nel nostro territorio, sempre che abbiano una traduzione ufficiale in lingua italiana della predetta patente o un permesso internazionale di guida. Scaduto tale periodo, devono acquisire la residenza e provvedere alla conversione della patente estera nella patente italiana [1].

La conversione consiste nel rilascio di una patente italiana con le stesse caratteristiche di quella estera già posseduta. Non tutte le patenti estere possono essere convertite: è necessario infatti che sussistano degli specifici accordi tra l’Italia e la nazione in cui la patente è stata rilasciata [2].

Nella procedura di conversione, il titolare della patente estera deve presentare la domanda all’ufficio della motorizzazione del luogo di residenza, utilizzando il modello TT 2112, reperibile presso gli uffici stessi. La domanda di conversione può essere presentata solo se la patente estera è in corso di validità. Ecco la documentazione necessaria:

– modello TT2112 da compilare;

– ricevute di due versamenti: € 9,00 su c/c 9001; € 32,00 su c/c 4028;

– due fotografie, di cui una autenticata (l’autentica si può ottenere direttamente allo sportello presso cui si presenta la domanda, altrimenti ci si deve rivolgere al Comune o a un notaio);

– patente straniera in corso di validità (originale e una copia): a discrezione dell’ufficio che riceve la domanda, può anche essere richiesta la traduzione della patente estera e/o l’attestazione di autenticità;

– carta d’identità (originale e una copia);

– codice fiscale (originale e una copia);

– esibizione del permesso di soggiorno o della richiesta di rinnovo.

La Motorizzazione, valutata la documentazione presentata, rilascia al richiedente la patente italiana, ritirando la patente straniera.

I titolari di patente non convertibile che vogliono trattenersi in Italia per più di un anno devono necessariamente sostenere gli esami per prendere la patente, come un qualsiasi cittadino italiano. Possono prendere la patente anche gli stranieri in attesa del primo rilascio del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o in attesa di rinnovo del permesso di soggiorno.

Patente rilasciata da uno Stato dell’Unione Europea

Il possessore di patente rilasciata da una nazione dell’Unione Europea può guidare liberamente in Italia fino alla scadenza del documento in suo possesso. Alla scadenza della patente estera, è necessario provvedere alla conversione. È tuttavia possibile effettuare la conversione anche prima della scadenza per motivi di carattere pratico, come velocizzare le pratiche per ottenere il rinnovo, per eventuali duplicati per smarrimento, furto, ecc…

Effettuando la conversione, lo straniero riceve una patente italiana e deve lasciare agli uffici competenti quella estera [3].

note

[1] Art. 135 C.d.S.

[2] Si riporta qui di seguito l’elenco dei Paesi esteri per i quali è possibile chiedere la conversione della patente: Algeria, Argentina, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca , Equador (fino al 12 marzo 2017), El Salvador (fino al 19 settembre 2014), Estonia, Filippine, Finlandia, Francia, Germania, Giappone , Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele (fino al 10 novembre 2018), Lettonia, Libano, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Malta, Marocco, Moldova, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Principato di Monaco, Repubblica Ceca, Repubblica di Corea, Repubblica Slovacca, Romania, San Marino, Serbia (fino all’8 aprile 2018), Slovenia, Spagna, Sri Lanka (valido fino al 14 novembre 2016), Svezia, Svizzera, Taiwan, Tunisia, Turchia, Ungheria, Uruguay (fino al 17 maggio 2020).

[3] A differenza del cosiddetto riconoscimento di validità, nel quale non si ha la consegna di una nuova patente, ma sulla patente estera viene apposto un bollino adesivo che permette l’identificazione nell’anagrafe nazionale dei soggetti abilitati alla guida.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

5 Commenti

  1. Gentilissimi Signori:

    il mio nome è Secci
    Ho la patente Tedesca dal 02/11/1994
    la patente non ha scadenza,ora mi sono trasferita in Italia,ora dovrei fare la conversione ma vorrei tenere anche la patente Tedesca…
    dunque la mia domanda è , facendo la conversione Italiana posso tenere anche la tedesca ? e cosa dovrei fare ?
    Aspettando sua risposta la saluto cordialmente

    Secci Maria Bonaria

    1. Facendo la conversione, la patente tedesca la Motorizzazione italiana la rispedisce allo stato emittente, quindi in Germania, dunque l´unica possibilita di tenerti la patente tedesca sarebbe conseguire la patente italiana in Italia.

      B. Bellusci

  2. Salve ho un patente tunisino e sono residente in italia da 5 anni è possibile convertirlo si passo solo l esame di teoria o che cosa posso fare.grazie

    1. Ciao buonasera…ho un patente filippine e sono residente 5 anni di piu pero ho gia fatto traduttore il mio patente filippine..posso convertilo patente italiano…perche prima detto quando fare 4 anni di piu residenza non si puo fare convertirlo..chiedere cosa devo fare io …grazie

  3. Buongiorno
    Sono cittadino italiano ma ho vissuto per molti anni, praticamente cresciuto in Brasile, sono a conoscenza dell’accordo tra i due paesi per quanto riguarda la conversione della patente, nel caso in cui il documento in questione fosse scaduto da Marzo/18 come devo procedere?

    Grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI