Diritto e Fisco | Articoli

Scuola: il MIUR detta le regole per l’esame di Stato

1 Giugno 2015 | Autore:
Scuola: il MIUR detta le regole per l’esame di Stato

Ogni scuola deve garantire locali adeguati e strumenti necessari per le operazioni d’esame; deve vietare l’uso di cellulari e tablet a pena di espulsione e restringere l’uso della rete internet all’interno dell’edificio.

 

Il Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca ha dettato le istruzioni operative e organizzative per l’esame di stato dell’anno scolastico 2014-2015 [1].

La nota ministeriale, indirizzata ai Dirigenti scolastici, richiama al rispetto di alcune regole fondamentali per la regolarità delle operazioni di esame. In particolare si richiedono:

– la scrupolosa osservanza delle modalità di invio tramite il plico telematico delle tracce delle prove scritte degli esami;

– l’utilizzo di locali pienamente idonei allo svolgimento degli esami, sotto il profilo della sicurezza, agibilità e igiene, nonché dignitosi e accoglienti in modo da offrire un’immagine della Scuola decorosa e consona alla particolare circostanza.

Nella seconda parte della nota viene affrontata la questione dell’utilizzo dei cellulari e della rete internet durante l’esame.

Viene raccomandato ai Dirigenti scolastici di avvertire tempestivamente i candidati che, durante le prove scritte, è severamente vietato l’uso di:

– telefoni cellulari, smartphone di qualsiasi tipo, dispositivi di qualsiasi natura e tipologia in grado di consultare file, di inviare fotografie ed immagini, nonché apparecchiature a luce infrarossa o ultravioletta di ogni genere;

– apparecchiature elettroniche portatili di tipo palmare o personal computer portatili di qualsiasi genere in grado di collegarsi all’esterno degli edifici scolastici tramite connessioni wireless, comunemente diffusi nelle scuole, o alla normale rete telefonica.

Chi viola tali divieti viene escluso da tutte le prove di esame.

Presidenti e commissari devono vigilare sul rispetto delle regole da parte dei candidati. Occorre anche la vigilanza sulle apparecchiature elettronico-telematiche in dotazione alle scuole, al fine di evitare usi impropri durante le prove.

Nel corso dello svolgimento delle prove scritte sarà disattivato il collegamento alla rete Internet di tutti i computer presenti all’interno delle scuole. Saranno inoltre resi inaccessibili aule e laboratori di informatica.

La connessione alla rete internet nelle singole scuole potrà avvenire solo da parte dei computer utilizzati dal dirigente scolastico o di chi ne fa le veci, dal direttore dei servizi generali ed amministrativi, ove autorizzato e dal Referente o dai Referenti di sede. Ciò al fine di garantire l’espletamento delle operazioni telematiche relative al plico con le tracce d’esame.


note

[1] Nota MIUR del 28.5.15.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube