Diritto e Fisco | Articoli

Donazioni e prestiti: la scrittura privata anche tra conviventi

1 Giugno 2015
Donazioni e prestiti: la scrittura privata anche tra conviventi

Ho letto attentamente il vostro articolo in merito alle donazioni (o prestiti) tra parenti ed i relativi testi di scrittura da redigere: se la donazione avvenisse tra due conviventi non legati da vincolo di parentela, valgono gli stessi presupposti ed il testo di scrittura da voi indicato risulta pertanto utilizzabile?

È sempre opportuno redigere e conservare documenti scritti, preferibilmente aventi data certa, in cui le parti giustificano eventuali trasferimenti di denaro tra di loro intercorrenti: ciò a prescindere dai rapporti di parentela o meno sussistenti tra di esse. L’articolo a cui il lettore correttamente si riferisce, fa riferimento ai casi di familiari perché non è uso “formalizzare” la dazione di denaro, per esempio, tra un padre e un figlio. Proprio per tale ragione abbiamo inteso porre in evidenza, proprio per tali casi, la necessità di una scrittura privata. Ma se essa è opportuna nei rapporti tra familiari lo è ancor di più nel caso di passaggio di denaro tra soggetti non legati da vincolo di parentela, come nel caso di conviventi. Dunque, la risposta alla domanda del lettore è positiva: se la donazione avviene tra due conviventi, non legati da vincolo di parentela, valgono gli stessi presupposti indicati nell’articolo. Il testo di scrittura da noi indicato è perfettamente utilizzabile sia nel caso di donazione che di prestito di denaro. Con l’unico accorgimento – in caso di donazione – di non superare le franchigie previste dalle norme sulle imposte di successione e donazione (diverse a seconda dei parenti) perché l’eventuale eccedenza andrebbe sottoposta a tassazione (salvo si tratti di un prestito e non di una donazione).


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube