Diritto e Fisco | Articoli

Molestie telefoniche anonime depenalizzate

5 giugno 2015


Molestie telefoniche anonime depenalizzate

> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 giugno 2015



Stalking telefonico: per le ripetute e petulanti telefonate con lo scopo di intimorire e stressare scatta l’archiviazione per fatto tenue.

Il fatto è tenue ed inoffensivo: pertanto non merita di essere punito. È questo il nuovo orientamento della giurisprudenza in merito al reato di molestia o disturbo alle persone [1]: reato che viene inglobato nella nuova causa di non punibilità [2] prevista dalla recente riforma sulla cosiddetta “tenuità del fatto”.

Risultato: il martellante scocciatore, che telefona finanche otto volte al giorno per stressare l’altra parte, non viene più punito e riceve lo “sconto” dell’archiviazione del procedimento penale.

I giudici di secondo grado di Caltanissetta [3] hanno così interpretato i fatti di un uomo che, per tampinare un altro soggetto, sospettato di essere amante della moglie, gli aveva fatto più volte telefonate anonime sul cellulare.

Con l’entrata in vigore della nuova norma contenuta nel codice penale [2], però, il giudice può disporre il “non doversi procedere” per la particolare tenuità del fatto e, secondo il tribunale siciliano, le modalità della condotta e le caratteristiche del danno, in caso di “stalking telefonico”, anche se da numerazione anonima, sono tali da configurare la “lieve entità del fatto

La “particolare tenuità” appena varata dal legislatore ha lo scopo di “fare regredire la soglia della rilevanza penale tutte le volte in cui il fatto – si legge nella sentenza – risulti esprimere un livello minimo di offensività, pur continuando a essere astrattamente conforme a un modello tipico di reato”.

L’offensività diventa dunque “elemento costitutivo dell’illecito penale”: infatti se essa manca, non si può più procedere all’applicazione della sanzione. E spetta ora alla prudente valutazione del giudice reinterpretare, ad una ad una, tutte le norme del codice penale, in modo da verificare cosa è davvero “non tenue” e cosa, invece, lo è in relazione – si legge in sentenza – al nuovo “sentire sociale”, ovvero all’evoluzione dei costumi.

note

[1] Art. 660 cod. pen.

[2] Art. 131-bis cod. pen.

[3] C. App. Caltanissetta, sent. del 28.04.2015.

Per scaricare la sentenza clicca qui

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI