HOME Articoli

Lo sai che? Interessi sul mutuo: se il meccanismo di calcolo è incomprensibile

Lo sai che? Pubblicato il 8 giugno 2015

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 8 giugno 2015

Banche: l’arbitro (ABF) annulla e sostituisce le clausole incomprensibili per il cliente.

Sono inapplicabili e vanno annullate le clausole poco chiare contenute nei contratti stipulati con la banca. Quando, per esempio, il meccanismo di calcolo degli interessi sul finanziamento diventa, per il cliente, incomprensibile perché troppo tecnico, il giudice può annullare la clausola ostica e sostituirla con una più trasparente. Lo ha detto l’ABF, l’Arbitro Bancario Finanziario, con una importante decisione dello scorso 20 maggio [1].

La vicenda

Il caso è quello di un mutuo ove si prevedeva la restituzione della somma in 360 rate mensili, con tasso di interesse pari al Libor franco svizzero a sei mesi, aumentato di uno spread dell’1,3% con previsione di piano di ammortamento predisposto dalla stessa banca sulla base di un tasso di interesse convenzionale del 5,4% e in più con la partizione di un tasso di cambio convenzionale tra franco svizzero ed euro. Secondo le “sezioni unite” dell’Abf, però, la clausola in questione non era in grado di descrivere al correntista inesperto un meccanismo facile da comprendere ai fini del calcolo degli interessi da applicarsi in caso di estinzione anticipata.
Consumatori tutelati dalla nullità

Il Collegio dell’Abf, venendo in soccorso dei consumatori, ha detto che tutte le volte in cui l’istituto di credito inserisce nel contratto una clausola poco comprensibile per il cliente viola il principio di trasparenza e, pertanto, la previsione negoziale va eliminata. In particolare si tratta di una clausola abusiva, così come l’aveva già definita, nel 2013, la Corte di Giustizia dell’UE [2] e, quindi, da dichiararsi nulla. Questo non significa, però, che al suo posto resta un “buco”, ma la previsione viene automaticamente sostituita con la norma di diritto nazionale a carattere generale, quella a cui la banca, con l’inserimento della specifica previsione annullata, aveva intenzione di derogare.

note

[1] ABF decisione n. 4135 del 20.05.2015.

[2] C. Giust. UE sent. del 30.4.2013.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI