Diritto e Fisco | Articoli

Multe: se non firmi il verbale della polizia per eccesso di velocità

9 giugno 2015 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 9 giugno 2015



Quali sono le conseguenze se si decide di non sottoscrivere il verbale di accertamento di violazioni del Codice della strada nel caso in cui gli agenti di polizia contestino la trasgressione immediatamente.

Non è raro che gli agenti preposti all’accertamento delle violazioni del Codice della Strada, in particolare attraverso rilevazioni effettuate con gli Autovelox, Tutor o Telelaser e simili, contestino sul posto le trasgressioni (soprattutto quelle ai limiti di velocità), ordinando al conducente dell’autoveicolo sanzionato di arrestarsi per effettuare la contestazione immediata. La contestazione immediata richiede la compilazione del verbale di accertamento che gli agenti sottoscrivono e consegnano al trasgressore che dovrebbe anch’egli apporvi la sua firma

Può accadere, però, che il trasgressore, per svariati motivi, si rifiuti di sottoscrivere il verbale che gli agenti accertatori gli consegnano. Ci si chiede: il trasgressore può rifiutarsi di sottoscrivere il verbale e cosa accade se il verbale non viene sottoscritto?

Prima di rispondere facciamo un passo indietro e analizziamo i motivi che, solitamente, inducono il trasgressore a rifiutarsi di sottoscrivere il verbale.

Nella gran parte dei casi ciò può derivare da una scarsa conoscenza delle norme che regolano la contestazione delle violazioni: il trasgressore pensa, cioè, che la procedura di accertamento non sia corretta (per vari motivi) e rifiuta di firmare, immaginando che il rifiuto a sottoscrivere possa procurargli qualche vantaggio.

È utile, allora, sapere che la legge [1]:

1) impone che le postazioni di controllo per il rilevamento della velocità debbano essere presegnalate e ben visibili;

2) che possono essere utilizzate come fonti di prova per il rilevamento della velocità degli autoveicoli anche le risultanze di apparecchi debitamente omologati;

3) che questi apparecchi, gestiti direttamente dagli organi di polizia stradale, debbano fissare la velocità in modo chiaro e verificabile senza, però, imporre l’obbligo agli accertatori di rilasciare il fotogramma dell’infrazione al trasgressore immediatamente fermato per la contestazione sul posto [2].

 

Pertanto, può capitare che il trasgressore si rifiuti di sottoscrivere il verbale nei casi in cui, ad esempio, ritenga che:

a) la postazione in cui l’apparecchio rilevatore era posizionato non era segnalata o visibile;

b) non gli venga esibito o consegnato immediatamente il fotogramma dell’accertamento da cui risulterebbe il superamento dei limiti di velocità.

Ciò detto, precisiamo che il trasgressore avrebbe ragione a lamentarsi nel caso a), ma torto a lamentarsi nel caso b) perché non c’è alcun obbligo di consegnare immediatamente al trasgressore il fotogramma dell’infrazione.

E, comunque, cosa ancora più importante, non sottoscrivere il verbale non dà alcun vantaggio al trasgressore perché il verbale, anche se non sottoscritto dal trasgressore, si intende da questi conosciuto e ricevuto e né gli verrà più notificato per posta nel termine di novanta giorni dall’accertamento, termine che è previsto dalla legge [3] solo nei casi in cui non vi sia stata la contestazione immediata sul posto.

Le contestazioni alle modalità con le quali l’accertamento è stato effettuato, perciò, andranno sollevate solamente facendo ricorso contro il verbale al Giudice di Pace indicato nel verbale stesso ed entro trenta giorni dalla contestazione immediata oppure entro trenta giorni dalla notificazione postale se non vi fu contestazione immediata.

In alternativa al ricorso al Giudice di Pace, è possibile fare ricorso al Prefetto indicato nel verbale entro sessanta giorni dalla contestazione immediata oppure entro sessanta giorni dalla notificazione postale se non vi fu contestazione immediata.

note

[1] Art. 142, comma 6 bis, cod. strada.

[2] Art. 345 del Regolamento di esec. del cod. strada.

[3] Art. 201 cod. strada.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI