Diritto e Fisco | Articoli

Buca non segnalata e coperta: risarcimento

9 giugno 2015


Buca non segnalata e coperta: risarcimento

> Diritto e Fisco Pubblicato il 9 giugno 2015



Risarcimento danni: per la fossa sulla strada o sul marciapiede coperta di detriti, acqua, foglie, ghiaia o altro materiale è responsabile il Comune.

Chi paga per la buca sul marciapiede o sulla strada se questa non è segnalata e non visibile perché coperta da detriti? Certamente il proprietario della strada (il Comune se siamo in città): e questo perché si tratta certamente di un’insidia che, anche usando l’ordinaria diligenza, non sarebbe possibile evitare. Lo ha chiarito la Cassazione con una sentenza di questa mattina [1].

Ci siamo già occupati, poche settimane fa, di scrivere una guida contenente alcuni suggerimenti legali per chi accidentalmente cade in un fosso o una buca stradale (leggi “Se cadi in una buca stradale: cosa devi sapere”). La Suprema Corte, oggi, non fa altro che confermare il proprio orientamento (principio, peraltro, già pacifico in tutte le aule dei tribunali) secondo cui il risarcimento del danno (comprensivo di quello morale, ossia la sofferenza e il patema d’animo conseguito dal sinistro) può conseguire solo se, nonostante la prudenza osservata dal pedone, questi sarebbe ugualmente caduto nell’ostacolo. E questo perché non tutte le buche determinano il diritto all’indennizzo, ma solo quelle la cui individuazione risulta particolarmente ardua, tanto da essere considerabili insidiose e, quindi, dei veri e propri trabocchetti. Insomma, se da un lato è vero che il titolare della strada deve curarne la manutenzione, è anche vero che un minimo di accortezza è richiesta anche a chi cammina a piedi.

note

[1] Cass. sent. n. 11852/15.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. Come si segnala l’esistenza di una buca: A) un vigile urbano deve fare un sopralluogo e redigere un verbalino da presentare al proprio ufficio alla fine del turno di lavoro
    B) L’ufficio dei vigili presente una formale richiesta di intervento agli uffici comunali e/o anas e/o di competenza. C} una volta alla settimana si riunisce l’apposita commissione per deliberare un intervento dei vigili urbani D) una apposita pattuglia si reca sul posto ed appone un segnale “attenti alla buca” a dovuta e misurata distanza. Il tutto, se va bene, dura una quindicina di giorni mentre l’addetto alla riparazione delle buche gioca a briscola coi colleghi. Io non chiederei il rimborso dei danni ma direttamente la ghigliottina.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI