Diritto e Fisco | Articoli

Deduzioni e detrazioni fiscali: la mappa completa

14 giugno 2015


Deduzioni e detrazioni fiscali: la mappa completa

> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 giugno 2015



La guida completa a tutte le deduzioni e le detrazioni fiscali: animali, asili nido, assegni al coniuge, colf e badanti, previdenza, fondi pensione, auto per portatori di handicap, mutui, attività sportive, ristrutturazioni edilizie, spese sanitarie, ecc.

Quante deduzioni e detrazioni fiscali spesso non vengono presentate al fisco, un po’ per dimenticanza, un po’ per noncuranza? Eppure costituisce un nostro diritto che può dare, spesso, notevoli vantaggi economici. Molte famiglie compiono quotidianamente delle spese che, però, poi trascurano di ricordare al momento della compilazione della dichiarazione dei redditi o, addirittura, per le quali, al momento in cui vengono sostenute, non viene richiesta la relativa attestazione come la fattura. Si va dai mutui per l’acquisto dell’abitazione principale, alle polizze vita, dalle spese mediche alle tasse scolastiche, dalle spese funebri ai contributi previdenziali dalla beneficienza alla ristrutturazione della casa, agli investimenti per il risparmio energetico.

Cerchiamo allora di fare una mappatura completa dei bonus fiscali previsti dalla nostra attuale legge.

Differenza tra deduzioni e detrazioni

Il primo passo da compiere è stabilire la differenza tra deduzioni e detrazioni fiscali.

Le deduzioni fiscali si scorporano dal reddito imponibile sul quale, solo in un momento successivo, si applicano le aliquote progressive Irpef. In pratica l’onere consente di sottrarre a tassazione una fetta di reddito pari alla stessa spesa sostenuta.

Così, per esempio, se un dipendente guadagna un reddito di 38.400 euro all’anno e compie una spesa deducibile fiscalmente di 3.200 euro (per esempio, versamento al fondo pensione di categoria), il reddito che dovrà dichiarare al fisco, e sul quale verrà applicata l’aliquota (la percentuale) dell’Irpef non è più di 38.400 ma di 35.200 (ossia 38.400 sottratto 3.200 di spesa deducibile).

Peraltro, poiché l’Irpef è un’imposta progressiva, tante più deduzioni si possono ottenere, tanto più possibilità ci sono di far scendere di scaglione l’aliquota da applicare.

Le detrazioni fiscali invece sono meno convenienti della detrazioni. In questo caso, la somma che il fisco ritiene detraibile non viene sottratta dal reddito (sul quale applicare poi l’Irpef), ma sull’imposta che andiamo a pagare (quindi dopo aver già applicato l’Irpef e, quindi, sul risultato ottenuto). L’ammontare del reddito denunciato è quindi ininfluente.

Per esempio, chi spende 1.940 euro di interessi per un mutuo, può avere una detrazione di 369 euro (il 19% di 1.940) che si va a sottrarre sull’importo di tasse da pagare materialmente al fisco. Per cui se tale contribuente deve pagare, a titolo di tasse sui redditi, 1.000 euro, ne pagherà invece 631 (1.000 sottratto 631).

Tutte le deduzioni e le detrazioni fiscali

Ecco una mappa sintetica per ogni deduzione e detrazione fiscale prevista dalla legge. Questo schema servirà anche a distinguere, a colpo sicuro, gli oneri detraibili da quelli deducibili. Le regole si riferiscono alla dichiarazione dei redditi del 2015.

Spesa

Detrazione

Deduzione

Condizioni

Adozione bambini

 

Si

Fino al 50% delle spese sostenute per l’espletamento della pratica (comprese quelle di viaggio e soggiorno).

Animali domestici

Si

 

Detraibili le spese veterinarie per la parte che eccede 129,11 euro ed entro un tetto di 387,34 euro

Asili nido

Si

 

Fino a 632 euro l’anno per ciascun figlio

Assegni al coniuge

 

Si

Nei limiti stabiliti dal giudice. È esclusa la quota per i figli

Contributi per colf e babysitter

 

Si

Fino a un massimo di 1.549,37 euro

Contributi a istituzioni religiose riconosciute

 

Si

Fino a un massimo di 1.032,91 euro

Contributi per i Paesi in via di sviluppo

 

Si

Fino al 2% del reddito complessivo dichiarato

Contributi previdenziali obbligatori e volontari

 

Si

Interamente deducibili

Riscatto laurea

 

Si

Possono essere detratti dai genitori se il figlio è a carico nel caso in cui non abbia ancora iniziato un’attività lavorativa

Fondi pensione e piani previdenziali individuali

 

Si

Fino a un tetto di 5.164,57

Locomozione portatori di handicap

Si

 

Interamente detraibili. Per i veicoli il tetto di spesa è di 18.075,99 euro e la spesa può essere sostenuta una volta ogni quattro anni

Mutui prima casa (acquisto)

Si

 

Fino a un tetto di 4.000 euro

Mutui seconda casa (acquisto)

No

 

Solo ste stipulati entro il 1992 e fino a un tetto di 2.065,83 euro

Polizze vita tradizionali e unit linked, polizze infortuni

Si

 

Fino a un tetto di 530 euro se sottoscritte entro il 2000

Polizze vita caso morte, invalidità superiore al 5%

Si

 

Fino a un tetto di 530 euro

Polizze sul rischio di non autosufficienza

Si

 

Fino a un tetto di 1.291 euro

Provvigione pagata ad agenti immobiliari

Si

 

Fino a un tetto di 1.000 euro e solo per acquisto abitazione principale

Spese funebri

Si

 

Fino a 1.549,37 euro per decesso

Spese per gli addetti all’assistenza personale

Si

 

Fino a massimo 2.100,00 euro, se il reddito complessivo non supera 40mila euro

Spese per attività sportive dei ragazzi

Si

 

Fino a un tetto di 210,00 euro a ragazzo

Spese per intervento di risparmio energetico

Si

 

Il 65% per le spese sostenute dal 3 giugno 2013 da ripartire in 10 anni

Spese per ristrutturazione edilizia

Si

 

Il 50% entro un tetto massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare, da ripartire in 10 anni, per le spese sostenute dal 26.06.2012

Spese sanitarie

Si

 

Interamente detraibili con franchigia di 129,11 euro

Spese sanitarie portatori di handicap

Si

 

Interamente detraibili. Non è prevista franchigia

Spese d’istruzione

Si

 

Nei limiti previsti dagli istituti statali

Versamento Onlus

 

Si

Fino al 10% del reddito con un massimo di 70.000 euro o, a scelta del contribuente, detrazione del 26% su un tetto massimo di 2.065,83 euro (l’anno scorso l’aliquota era del 24%)

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

3 Commenti

  1. Le detrazioni per le spese sanitarie spettano nella misura del 19% e non sull’intero importo come erroneamente indicato nella vostra tabella.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI