Business | Articoli

Polizze dormienti: richiedere rimborso

1 giugno 2016


Polizze dormienti: richiedere rimborso

> Business Pubblicato il 1 giugno 2016



La quarta finestra per la richiesta del rimborso delle polizze vita: ecco come fare.

Si apre una nuova finestra per il recupero delle polizze “dormienti” confluite nell’apposito findo. Vediamo di cosa si tratta.

Cosa sono le polizze dormienti?

Le polizze dormienti sono polizze vita che non sono state riscosse dagli eredi. Ciò può capitare per varie ragioni (generalmente si tratta di una mancata conoscenza della sottoscrizione da parte delgi eredi dell’assicurato). Quando le polizze non vengono riacosse entro i 2 anni dal decesso del congiunto, esse confluiscono in un fondo, detto appunto “fondo dormienti”.

Polizze dormienti: quali novità?

Quando i premi vengonobtrasferiti al fondo, agli eredi non veniva data possibilità di accedere all’indennizzo “svegliando” la polizza. La principale novità di quesri giorni è che il MISE ha permesso con l’apertura di una “finestra” (ovvero un lasso di tempo entro il quale si può ripresrntare domanda), il recupero di tali fondi. Molti erano difatti i beneficiari danneggiati che non hanno potuto usufruire delle novità introdotte in materia dal Governo Monti che da ultimo aveva portato la prescrizione a 10 anni. Tali regole più estensive difatti valgono solo per le nuove polizze: si rendeva dunque necessaria un’apertura che è stata in questi giorni approvata. Ecxo cone fare domanda.

Chi gestisce la richiesta di rimborso?

Le domande per l’erogazione del rimborso e degli indennizzi delle polizze dormienti saranno gestite dalla Consap, incaricata dal MISE. I beneficiari di polizze vita prescritte, danneggiati dalla modifiche retroattive introdotte in materia potranno quindi, presentare domanda al MISE se in possesso dei requisiti necessari per fruire di questa quarta possibilità offerta dal Ministero.

Rimborso polizze dormienti: come fare richiesta

La domanda ciene effetruata alla Consap attraverso il modulo disponibile sul sito ufficiale e deve essere corredata da:

  • Copia del documento di identità del beneficiario dell’eventuale rimborso;
  • Copia del codice fiscale;
  • Copia della polizza vita;
  • Dichiarazione in originale da parte dell’intermediario, compagnia di assicurazione, banca o altro soggetto, in cui si attesta che il capitale è stato devoluto la polizza al Fondo dormienti.

La possibilità di fare domanda è partita lo scorso 9 maggio, si ha tempo sino al 1° luglio 2016.

L’erogazione dell’indennizzo spetta (in caso di accoglimento della richiesta) per un rimborso massimo del 70% dell’importo della polizza trasferito nel Fondo rapporti dormienti.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI