Business | Articoli

IMU possesso per meno di un anno: come si paga?

8 giugno 2016


IMU possesso per meno di un anno: come si paga?

> Business Pubblicato il 8 giugno 2016



L’IMU su paga anche se si possiede casa per meno di un anno, ecco in che misura e il caso limite dell’acquisto al 15 del mese.

Coloro i quali acquistano un immobile sono sottoposti all’IMU. Tale imposizione non è pari a quanto dovuto per i soli mesi di possesso del primo semestre, bensì è pari sempre alla metà di quanto dovuto.

Per una casa che è stata acquistata il primo di marzo ad esempio, dunque posseduta per il 2016 non per 12 mesi ma per 10, il costo della prima rata, da pagare per il prossimo 16 giugno, non sarà pari all’importo corrispondente a 4 mesi (ovvero da marzo a giugno) bensì a 5 mesi ovvero il 50% dei 10 mesi totali per i quali si è esercitato il possesso nell’anno.

Qual è la scadenza dell’IMU?

Per Imu e Tasi il versamento va effettuato in due rate di pari importo che scadono, la prima, il 16 giugno, e la seconda il 16 dicembre o anche in un’unica soluzione entro il 16 di giugno. Il versamento della prima rata va eseguito sulla base dell’aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell’anno precedente, quindi, senza dover controllare le delibere comunali di modifica delle aliquote per l’anno in corso.

Chi paga l’IMU con l’acquisto a metà mese?

L’Imu è dovuta per anni solari, in proporzione alla quota ed ai mesi dell’anno nei quali si è protratto il possesso. Il mese in cui “il possesso si è protratto per almeno quindici giorni” è “computato per intero” [1].
Questa regola, applicabile all’Imu e alla Tasi, è la stessa prevista nella normativa relativa all’Ici [2], la quale ha sempre generato molta confusione tra i contribuenti.
Il fatto che l’imposta relativa all’intero mese sia dovuta quando il possesso si sia “protratto per almeno quindici giorni”, determina che per le transazioni effettuate a metà mese, sia il cedente che il cessionario dovrebbero versare l’imposta.

Mettiamo ad esempio il caso di una vendita effettuata il 16 ottobre, in questo caso entrambi i contraenti possiedono l’immobile “per almeno quindici giorni”. L’agenzia delle Entrate aveva interpretato la normativa relativa all’Ici, modificandone il senso letterale e prevedendo che si debba “prendere in considerazione per l’intero mese la situazione che si è prolungata per maggior tempo nel corso del mese stesso” [3].

Chi paga l’IMU nei mesi con 31 giorni? E in quelli di 30 giorni?

Nei mesi con 31 giorni, se la cessione avviene il giorno 15, l’intero mese deve essere pagato dall’acquirente, in quanto possiede l’immobile per 17 giorni contro i 15 del venditore.

Ma se il rogito viene effettuato il 16 del mese, entrambi le parti posseggono l’immobile per 16 giorni. Se anche si considerassero solo le giornate di pieno possesso, il problema non cambia (15 giorni per entrambi i contribuenti).
Allo stesso modo non si supera l’ostacolo neanche considerando il giorno della cessione interamente in capo cessionario, in quanto entrambe le parti sarebbero obbligate al pagamento delle imposte per le cessioni effettuate il giorno 16 di un mese con 30 giorni (entrambe avrebbero un possesso dell’immobile di 15 giorni pieni).

Come superare il problema della doppia imposizione IMU?

Per superare il problema è consigliabile stabilire un accordo informale tra le parti che definisca chi debba pagare la quota relativa al mese suddiviso. In alternativa consigliamo di procedere al rogito il 14 o il 17 del mese: questo annulla ogni rischio di doppia imposizione e il conseguente rischio di sanzioni nel caso di mancato pagamento.

note

[1] DL n. 23 del 14/03/2011, per l’Imu, art.9, c.2

[2] DL 1992/504 arti.10, c. 1

[3] Agenzia delle Entrate, circ. 7 /06/2000, n. 118/E e 27/05/1999, n. 120/E

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. Buongiorno, potreste chiarirmi questo dubbio? Ho comprato casa a maggio con rogito proprio il 16 maggio. Non potrò trasferire la residenza prima di fine mese in quanto non arrivano i mobili e il comune non ce lo permette perché manda i vigili subito. Come funziona quindi per imu e tasi?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI