Business | Articoli

Società cancellate dal registro imprese: la causa continua coi soci

10 Aprile 2013
Società cancellate dal registro imprese: la causa continua coi soci

I soci sono una sorta di eredi della società quando questa cessa di esistere: quindi ne ereditano anche le cause in corso.

Se la società viene cancellata dal registro delle imprese, e intanto pende in tribunale una causa, la legittimazione a stare in giudizio in tale causa si trasferisce automaticamente sui soci. Lo ha chiarito la Cassazione [1], con una sentenza che richiama un importante precedente degli scorsi giorni [2].

Non è dunque il liquidatore della società a dover stare in giudizio per conto di essa. Ciò vale a partire dal 2004, anno della riforma del diritto societario [3] che ha attribuito efficacia estintiva [4] alla cancellazione dal registro delle imprese.

Con la cessazione dunque della società, questa perde ogni capacità processuale (sia come parte attrice che convenuta), anche se la chiusura dei battenti interviene mentre la causa si sta ancora svolgendo e il difensore della società non ha comunicato tale evento al giudice.

La cancellazione dal registro delle imprese implica che ogni legittimazione a stare in giudizio passa automaticamente – senza bisogno di alcuna formalità – agli ex soci, che rappresentano così una sorta di “eredi” di un soggetto ormai deceduto.

Tale regola si applica tanto alle società di persone (per via di interpretazione analogica) che di capitali.


note

[1] Cass. sent. n. 8596/2013.

[2] Cass. sent. n. 6070/2013.

[3] D.lgs. n. 6/2003.

[4] Più correttamente: costitutiva.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube