Inps: opzione donna anche per gli uomini che vogliono la pensione subito

5 Luglio 2015
Inps: opzione donna anche per gli uomini che vogliono la pensione subito

Pensionamento anticipato a condizione di ottenere un assegno calcolato tutto con il metodo contributivo.

La riforma delle pensioni si farà, e questo è il primo punto certo, e con essa anche il superamento della rigida disciplina Monti-Fornero sul prepensionamento: sul punto c’è la piena convergenza da parte del Governo, delle parti sociali e ora anche del presidente dell’Inps, Tito Boeri. Ci sarà maggiore flessibilità in uscita e l’occasione per riscrivere tutta la disciplina sarà, tra pochi mesi, la legge di Stabilità: e questo è il secondo punto certo.

Quanto alle ipotesi sul piatto, il presidente dell’Inps dirà la sua mercoledì 8 luglio prossimo, nel corso della relazione annuale dell’Istituto di previdenza, formalizzando una proposta ufficiale dopo aver incontrato, nella scorso settimana, il presidente del Consiglio e i ministri dell’Economia e del Lavoro.

 

Quale proposta per il prepensionamento?

Secondo Boeri, alcune delle ipotesi alle quali starebbe lavorando il governo sarebbero prive di copertura economica. Una di queste, la pensione light a 62 anni. In pratica, con questa soluzione si vorrebbe consentire la pensione anticipata con almeno 35 anni di contributi e un’età tra i 62 e i 70 anni, con una penalizzazione economica correlata ad ogni anno di anticipo: 2 punti percentuali per ogni anno di anticipo, fino a un massimo dell’8%.

Bocciatura anche per la cosiddetta “quota 100” con la maturazione di almeno 35 anni di anzianità contributiva e di almeno 60 anni e tre mesi di età anagrafica (61 e tre mesi per i lavoratori autonomi).

Invece, il presidente dell’Inps indicherà, come condivisibile, l’estensione della cosiddetta “opzione donna” anche agli uomini: l’assegno dato in anticipo rispetto all’età di vecchiaia è, in questo caso, calcolato tutto con il metodo contributivo. Oggi, l’opzione donna consente di andare in pensione con 35 anni di contributi e 57 anni di età (58 per le autonome) e, in cambio di tale agevolazione, il lavoratore ottiene una pensione calcolata interamente col metodo contributivo. Ciò comporta una riduzione dell’assegno di circa il 25-30%.

Con l’estensione dell’opzione donna anche agli uomini, però, verrebbero rivisti i suddetti limiti.

Aiuto economico ai disoccupati senza requisiti per la pensione

Il presidente dell’Inps spezza una lancia anche in favore della proposta di offrire un aiuto contro la povertà ai disoccupati tra i 55 e i 65 anni che non hanno ancora i requisiti per andare in pensione. Ma, anche in questo caso, bisognerà prima trovare la copertura economica.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Rispondi a BRUNO DI MAIO Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube