Diritto e Fisco | Articoli

Il bonus prima casa può passare alla seconda

16 Luglio 2015
Il bonus prima casa può passare alla seconda

Il bonus passa alla nuova abitazione solo se il contribuente prova che la vecchia non è più idonea, nel caso di due immobili nello stesso Comune.

Agevolazioni prima casa: il contribuente può ottenere il bonus solo se dichiara di non essere titolare, neppure per quote, anche in regime di comunione legale, su tutto il territorio nazionale, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su altra casa di abitazione acquistata dallo stesso soggetto o dal coniuge con le agevolazioni. Non sono quindi possibili due acquisti di immobili con l’agevolazione fiscale in commento, regola che, tuttavia, conosce un’eccezione: nel caso in cui il contribuente provi l’inidoneità sopraggiunta del primo alloggio. In questo caso il bonus si sposta dal primo al secondo immobile. È quanto chiarito dalla Commissione Tributaria Regionale della Calabria in una recente sentenza [1].

Il contribuente deve quindi sostenere che l’acquisto della seconda casa si sia reso necessario per inidoneità dell’abitazione a svolgere le funzioni di “prima casa”; stesso discorso nel caso in cui detta abitazione per la distanza dal luogo di lavoro.

Attenzione perché i giudici sono molto severi nella verifica delle prove: per cui è necessario dimostrare, in modo preciso e puntuale, l’inidoneità sopraggiunta del primo alloggio.


note

[1] Ctr Calabria sent. n. 804/4/15.

Autore immagine: 123rf com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube