112: nasce il numero unico per le emergenze

18 Luglio 2015
112: nasce il numero unico per le emergenze

112, il nuovo numero unico per le emergenze: polizia, carabinieri, vigili del fuoco, soccorso sanitario e corpi ambientali.

Ci sarà un solo numero per le emergenze e sarà il 112: chi vorrà chiedere il soccorso di polizia, carabinieri, vigili del fuoco, sanitari o corpi ambientali dovrà digitare sul display del telefono o del cellulare solo il 112 senza più sforzarsi di ricordare quale numero corrisponde al Corpo del quale chiede l’interveto. È quanto prevede il decreto delega sul riordino della Pubblica Amministrazione, approvato ieri, a larga maggioranza, dalla Camera e che, dopo un passaggio al Senato (scontato l’esito), sarà legge.

Il nuovo numero unico per le emergenze sarà esteso a tutto il territorio nazionale e ricomprenderà le emergenze sanitarie, di sicurezza e ambientali.

Il 112 sarà così l’unico numero nazionale per le emergenze di tutti i tipi (ad oggi, invece, rispondono solo i Carabinieri) e assorbirà i numeri per le emergenze attualmente operative ossia il 113 (polizia), 115 (vigili del fuoco) e 118 (soccorso sanitario).

L’istituzione del 112 come numero unico per le emergenze di qualsiasi tipo deriva dall’approvazione, da parte del Parlamento europeo, di una direttiva che l’Italia non aveva ancora attuato. La Comunità Europea aveva infatti deciso – nel lontano 1991 – di introdurre questo numero contattabile in tutti gli Stati europei per qualsiasi intervento di soccorso.

Ricordiamo infine che i numeri d’emergenza sono numeri gratuiti, componibili sia dagli apparecchi di telefonia fissa che mobile e validi su tutto il territorio nazionale.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube