Lavoro e Concorsi | Articoli

Concorso pubblico per 300 sorveglianti nelle istituzioni europee

19 Luglio 2015 | Autore:
Concorso pubblico per 300 sorveglianti nelle istituzioni europee

In apertura nuovo bando pubblico per il reclutamento di 300 addetti alla sorveglianza.

L’Epso, ossia l’Ente che si occupa della selezione di personale negli organismi europei, curerà una nuova procedura di selezione pubblica, appena indetta [1], per l’inserimento di 300 lavoratori con mansioni di sorveglianza e prevenzione: gli assunti presteranno la propria opera, precisamente, all’interno del Parlamento Europeo.

Le sedi di lavoro, in prevalenza, si trovano a Lussemburgo, ma si potrà essere distaccati anche a Strasburgo o a Bruxelles.

I soggetti selezionati si occuperanno, sotto l’autorità dei funzionari responsabili, e secondo le misure di sicurezza stabilite per il Parlamento Europeo, della sorveglianza, della prevenzione e della protezione di lavoratori, soggetti terzi e beni all’interno di uffici e locali istituzionali.

Le mansioni specifiche consisteranno in:

– selezione e controllo degli accessi, anche tramite metal detector;

– controllo della corrispondenza (posta, plichi, etc.) ;

– pattugliamento;

– intervento in caso d’incendio o di altri pericoli;

– primo soccorso;

– adempimenti amministrativi generici.

I requisiti che i candidati dovranno possedere sono:

– completamento della scuola dell’obbligo;

esperienza professionale similare di almeno 2 anni (nel campo della prevenzione, sorveglianza, protezione , della sicurezza pubblica o privata, , della vigilanza o dell’accoglienza );

-cittadinanza di un Paese membro dell’UE;

– aver adempiuto gli obblighi militari previsti dalla legge nazionale;

– garanzia di moralità richiesta per le funzioni da svolgere;

– conoscenza approfondita di una lingua ufficiale dell’Unione Europea (livello C1; a tal fine, può essere considerata anche la propria lingua madre);

– buona conoscenza, a scelta, dell’inglese, francese o tedesco (corrispondente ad un livello B2 o superiore).

La paga base, inizialmente, sarà di 1.862,54 Euro (per il solo lavoro ordinario, pari a 40 ore settimanali), ma si avrà diritto ad un incentivo straordinario per la sistemazione, oltre alla possibilità di ulteriori indennità; inoltre, si fruirà di servizi sanitari e previdenziali molto vantaggiosi.

Il primo contratto sarà a tempo determinato, della durata di un anno, ma con possibilità di rinnovo.

 

Come e quando inviare la domanda

Le domande potranno essere inviate a partire dal 30 luglio 2015, sino al 3 settembre 2015, ore 12, tramite il portale web dell’Epso, alla sezione “Opportunità di lavoro”; sarà necessario registrare il proprio profilo all’interno del sito, per poter completare la richiesta.

La procedura di selezione

L’iter valutativo prevede una prima fase di selezione dei curricula in base a competenze ed esperienze professionali: da questo primo step, si otterrà una banca dati con 600 nominativi (che non saranno resi pubblici, ma saranno accessibili ai candidati dal proprio account Epso).

La banca dati sarà consultata dal Parlamento Europeo, ed i candidati con le caratteristiche più adatte a determinate posizioni saranno invitati ad un colloquio, all’interno del quale saranno valutate anche le competenze linguistiche.


note

[1] G.U. UE, C231/A, del 15/07/2015.

Autore immagine: 123rf com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube