Diritto e Fisco | Articoli

Usucapione: l’interruzione se ci sono più possessori

21 Luglio 2015
Usucapione: l’interruzione se ci sono più possessori

Usucapione e atti interruttivi solo nei confronti di uno dei compossessori: effetti nei confronti degli altri compossessori.

Il decorso dei termini per l’usucapione si interrompe con un atto – come per esempio la citazione in causa – dal quale si evinca chiaramente l’intenzione del titolare del bene di ottenerne immediatamente la restituzione: ma se a possedere senza titolo l’immobile non è solo una persona, ma più di una, l’atto interruttivo rivolto solo nei confronti di una di queste non opera invece per le altre. È necessario, cioè, un atto interruttivo per ognuno dei possessori.

Facciamo un esempio: se Tizio e Caio posseggono di fatto l’immobile di proprietà di Sempronio da 15 anni e al sedicesimo anno quest’ultimo notifica una citazione solo a Tizio, l’usucapione si interrompe solo nei confronti di quest’ultimo. Con la conseguenza che Caio, dopo cinque anni, diventerà unico e nuovo proprietario dell’immobile per via dell’usucapione.

È quanto risulta da una recente sentenza della Cassazione [1].

Secondo la Corte, infatti, gli atti interruttivi dell’usucapione eseguiti nei confronti di uno dei compossessori non hanno effetto interruttivo nei confronti degli altri.

È vero, il codice civile [2] stabilisce che, in presenza di più debitori, l’atto interruttivo nei confronti di uno solo di essi ha effetti anche nei confronti degli altri condebitori, ma tale regola – specifica la Cassazione – non si applica quando in gioco siano diritti su beni (cosiddetti diritti reali), ma solo nel campo delle obbligazioni (cosiddetta solidarietà). Nel caso, quindi, dell’usucapione bisogna far riferimento unicamente ai singoli comportamenti dei compossessori.


note

[1] Cass. sent. n. 12192 del 12.06.2015.

[2] Art. 1310 cod. civ.

Autore immagine: 123rf com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube