Lavoro e Concorsi | Articoli

Agenzia delle Entrate: nuovo concorso in un emendamento

24 Luglio 2015
Agenzia delle Entrate: nuovo concorso in un emendamento

Concorso per soli esami nel Dl enti locali: per risolvere il problema dei dirigenti decaduti si provvederà, intanto, con deleghe a tempo.

Ormai è confermato e il nuovo concorso all’Agenzia delle Entrate si farà e in tempi brevissimi (entro il 31 dicembre 2016 dovrà essere tutto concluso perché, per quella data, scadranno le deleghe).

Si tratterà di concorso per soli esami ed è prevista una riserva di posti del 30% ai dipendenti delle agenzie fiscali.

Occorre, quindi, tenersi aggiornati per quanti potranno essere interessati. Anche perché, nello stesso tempo, vengono annullati tutti i precedenti concorsi non portati ancora a termine.

Nel frattempo che vengano compiute le nuove assunzioni, è arrivata anche la soluzione sul funzionamento degli uffici territoriali delle Entrate trovatisi senza personale per firmare gli accertamenti e i ruoli, le cui nomine sono state dichiarate illegittime dalla Corte Costituzionale lo scorso marzo [1] perché senza concorso: per risolvere il problema, si provvederà a 700 deleghe a tempo, con la creazione di posizioni organizzative momentanee fino alla conclusione del concorso.

 
Saranno così create 578 nuove posizioni per le Agenzia Entrate e 117 per Dogane e Monopoli, per un totale di quasi 700 posizioni. Le nuove posizioni organizzative saranno conferite dai dirigenti ad interim con deleghe di funzioni e con il potere di adozioni di atti a funzionari della terza area.
I delegati saranno scelti sulla base della preparazione, dell’esperienza professionale e delle capacità richieste per i compiti da assolvere, nonché delle capacità organizzative degli uffici.

Il trattamento economico sarà quello oggi riservato per le posizioni organizzative, ossia pari a 26mila euro per le indennità di funzione a cui si aggiunge quella di risultato (da un minimo di 2.500 euro a un massimo di 5mila euro).

L’emendamento consente all’amministrazione di annullare i precedenti concorsi banditi e non portati a termine.


note

[1] C. Cost. sent. n. 37/2015

[2] Dl 78/2015


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube