Business | Articoli

Rossano e Corigliano: contributi per l’alluvione dell’agosto 2015

15 giugno 2016 | Autore:


> Business Pubblicato il 15 giugno 2016



Approvato il contributo per le imprese che hanno subìto danni, ecco come fare domanda.

La Camera di Commercio di Cosenza [1] rende pubblico il testo del bando e la modulistica per poter accedere ai contributi diretti alle imprese dei comuni di Rossano e Corigliano Calabro colpite dagli eventi alluvionali del 12 agosto 2015.

Le imprese con i requisiti per parteciparvi hanno a disposizione circa un mese e mezzo di tempo per regolarizzarsi con gli adempimenti preliminari previsti dal bando stesso come il pagamento del diritto annuale, le posizioni contributive ed assicurative, ed altre che non saranno più sanabili dopo l’inoltro della domanda. I soggetti ammissibili sono le micro, piccole e medie imprese che hanno riportato danni quale conseguenza immediata e diretta degli eventi meteorologici del 12/08/2015. Le suddette aziende devono avere sede legale e/o operativa o unità locale attiva ubicata nei territori dei comuni di Rossano e Corigliano Calabro, regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, con regolarità contributiva e in regola con il diritto Camerale.

La Camera di Commercio di Cosenza mette a disposizione un fondo complessivo di 430mila euro.

Le spese ammissibili sono: acquisto, riparazione di arredi, macchinari ed attrezzature, compresi hardware e software, acquisto, installazione, ripristino di impianti, acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti, sostenute dal 12 agosto 2015 alla data di presentazione della domanda.

L’intervento consiste in un contributo a fondo perduto non superiore al 50% delle spese ammissibili al netto d’iva e comunque non superiore a 3mila euro. Non sono ammessi i costi relativi ad opere murarie o di ripristino, l’acquisto di beni usati, l’acquisto di autocarri o automezzi, i costi relativi alla perizia del danno. Sono in ogni caso escluse dal finanziamento anche le spese fatturate all’impresa beneficiaria dal Legale Rappresentante, dai Soci dell’impresa, da Società con rapporti di controllo o collegamento e, le spese relative ad imposte, spese notarili, interessi passivi, oneri accessori e in ogni caso le spese pagate per contanti. Le domande potranno essere presentate esclusivamente con invio telematico tramite la piattaforma WebTelemaco (che non prevede costi a carico del richiedente) a partire dalle ore 09:00 del 23 maggio 2016 fino alle ore 12:00 del 23 giugno 2016.

Le domande saranno esaminate e ammesse a contributo secondo l’ordine cronologico di ricezione sulla piattaforma Webtelemaco sino all’esaurimento dei fondi, e secondo i criteri e i requisiti del Bando. Qualora il numero di domande pervenute non fosse tale da assorbire l’intero fondo messo a disposizione di 430mila euro, l’importo residuo sarà equidistribuito tra tutte le imprese beneficiarie, ovviamente, per ciascuna, entro il limite massimo del 50% delle spese riconosciute ammissibili al netto dell’iva, fino all’esaurimento delle risorse. Il procedimento di valutazione si concluderà con la formazione e approvazione di una graduatoria.

L’erogazione avverrà entro trenta giorni dalla pubblicazione del provvedimento all’albo camerale.

D.ssa Alessandra Greco

note

[1] con Determina Dirigenziale n. 208 del 3 maggio 2016


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI