Diritto e Fisco | Articoli

730 precompilato, spese mediche inserite automaticamente

3 Agosto 2015 | Autore:
730 precompilato, spese mediche inserite automaticamente

Basta scontrini, ticket e fatture: le spese per farmaci e visite mediche saranno elaborati dalla dichiarazione dei redditi grazie alla tessera sanitaria

Il modello 730 precompilato cresce e si arricchisce di nuove funzionalità. Dal 2016 i contribuenti che ne faranno uso avranno già caricati gli importi sostenuti per visite mediche e per l’acquisto di farmaci.

Una semplificazione possibile grazie all’uso del sistema tessera sanitaria, gestita dal ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) e all’intesa raggiunta tra ministero della Salute, associazioni di categoria dei farmacisti e ordine dei medici.
La partenza della seconda fase avviene dopo il recepimento dell’Agenzia delle Entrate [1] delle indicazioni del Garante per la privacy.

La procedura digitale prevede tre passaggi, ovvero i soggetti che erogano servizi sanitari – medici, farmacie, ambulatori, ospedali – inviano al sistema tessera sanitaria i dati delle prestazioni erogate o dei prodotti acquistati: spesa sostenuta e dati utente.
Successivamente l’Agenzia delle Entrate invia al Mef i codici fiscali dei contribuenti a cui formulerà la dichiarazione precompilata. Infine il ministero renderà disponibili i dati sulle spese mediche, ma solo in forma aggregata.

Dunque dal 2016 con questo nuovo sistema saranno caricati scontrini, fatture e ticket pagati nel corso del 2015, con la possibilità di portarli in detrazione. Va ricordato che sono comprese, tra le spese, anche quelle sostenute per i familiari a carico e i dispositivi medici con marcatura CE.

A tutela della privacy, il cittadino entro il mese di febbraio di ogni anno potrà accedere al sistema tessera sanitaria per fare richiesta della cancellazione delle spese e fare in modo che non siano più inserite. Non solo. I dati dei contribuenti che non sono interessati al precompilato saranno automaticamente cancellati.
E’ previsto anche un diritto di opposizione preventivo, nel senso che a partire dal 1° ottobre 2015 e fino al 31 gennaio 2016 sarà possibile chiedere – via telefono, e-mail o presso gli uffici competenti – che i dati sulle prestazioni mediche/sanitarie non siano più inserite e usate nel calcolo della dichiarazione precompilata.


note

[1] Provvedimento 31 luglio 2015 (730 precompilato – Utilizzo delle spese sanitarie), pubblicato il 3 agosto 2015


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube