Diritto e Fisco | Articoli

730 precompilato, spese mediche inserite automaticamente

3 agosto 2015 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 3 agosto 2015



Basta scontrini, ticket e fatture: le spese per farmaci e visite mediche saranno elaborati dalla dichiarazione dei redditi grazie alla tessera sanitaria

Il modello 730 precompilato cresce e si arricchisce di nuove funzionalità. Dal 2016 i contribuenti che ne faranno uso avranno già caricati gli importi sostenuti per visite mediche e per l’acquisto di farmaci.

Una semplificazione possibile grazie all’uso del sistema tessera sanitaria, gestita dal ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) e all’intesa raggiunta tra ministero della Salute, associazioni di categoria dei farmacisti e ordine dei medici.
La partenza della seconda fase avviene dopo il recepimento dell’Agenzia delle Entrate [1] delle indicazioni del Garante per la privacy.

La procedura digitale prevede tre passaggi, ovvero i soggetti che erogano servizi sanitari – medici, farmacie, ambulatori, ospedali – inviano al sistema tessera sanitaria i dati delle prestazioni erogate o dei prodotti acquistati: spesa sostenuta e dati utente.
Successivamente l’Agenzia delle Entrate invia al Mef i codici fiscali dei contribuenti a cui formulerà la dichiarazione precompilata. Infine il ministero renderà disponibili i dati sulle spese mediche, ma solo in forma aggregata.

Dunque dal 2016 con questo nuovo sistema saranno caricati scontrini, fatture e ticket pagati nel corso del 2015, con la possibilità di portarli in detrazione. Va ricordato che sono comprese, tra le spese, anche quelle sostenute per i familiari a carico e i dispositivi medici con marcatura CE.

A tutela della privacy, il cittadino entro il mese di febbraio di ogni anno potrà accedere al sistema tessera sanitaria per fare richiesta della cancellazione delle spese e fare in modo che non siano più inserite. Non solo. I dati dei contribuenti che non sono interessati al precompilato saranno automaticamente cancellati.
E’ previsto anche un diritto di opposizione preventivo, nel senso che a partire dal 1° ottobre 2015 e fino al 31 gennaio 2016 sarà possibile chiedere – via telefono, e-mail o presso gli uffici competenti – che i dati sulle prestazioni mediche/sanitarie non siano più inserite e usate nel calcolo della dichiarazione precompilata.

note

[1] Provvedimento 31 luglio 2015 (730 precompilato – Utilizzo delle spese sanitarie), pubblicato il 3 agosto 2015

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI