Diritto e Fisco | Articoli

Mantenimento dei figli: l’assegno non è deducibile

9 agosto 2015


Mantenimento dei figli: l’assegno non è deducibile

> Diritto e Fisco Pubblicato il 9 agosto 2015



Mantengo i miei figli con un assegno stabilito dal giudice del divorzio: uno dei due ha iniziato a lavorare superando il limite di 2.840,51 euro; posso detrarre gli assegni che verso loro per il mantenimento?

Nell’evenienza in cui il reddito complessivo lordo annuo del familiare superi, anche di pochi euro, il limite di 2.840,51 euro lo stesso non potrà più considerarsi, per tale periodo d’imposta, fiscalmente a carico del contribuente interessato [1].

In ogni caso gli assegni di mantenimento risultanti da provvedimento giudiziario erogati a favore dei figli non sono deducibili, a differenza di quelli disposti nei confronti dell’ex coniuge [2].

Assumono invece rilevanza reddituale come oneri, gli assegni alimentari a favore dei figli, se ed in quanto risultanti da provvedimento giudiziario [2].

note

[1] Art. 12 del T.U.I.R.

[2] Lettera c, articolo 10, Tuir

[2] Lettera d, articolo 10, Tuir.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI