Business | Articoli

Dopo di noi: ecco le agevolazioni e i finanziamenti

18 Giu 2016 | Autore:


> Business Pubblicato il 18 Giu 2016



La legge di tutela per i disabili gravi, il “dopo di noi” e le agevolazioni previste per l’assistenza. 

Come è noto da qualche giorno è stato dato il via libera definitivo della Camera alla legge Dopo di noi, una legge che permette di implementare l’assistenza in favore delle persone con disabilità grave che risultino prive del sostegno familiare. Il provvedimento è rivolto alle persone in grave condizione di disabilità, per come definite dalla legge del 1992 che disciplina il settore [1]. Nel provvedimento è prevista la creazione di un Fondo per il finanziamento di progetti orientati allo sviluppo di servizi a favore dei disabili, oltre che una serie di agevolazioni a favore dei disabili.

Vediamo le principali caratteristiche relative alle agevolazioni previste dalla Legge.

I bandi di finanziamento della Legge “Dopo di Noi”

Il fondo destinato ai bandi di finanziamento viene istituito un fondo presso il MLPS (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali). La dotazione prevista è di 90 milioni di euro per il 2016, di 38,3 milioni per il 2017 e di 56,1 milioni annui a decorrere dal 2018. Il fondo punta a raggiungere i seguenti obiettivi:

  • realizzare interventi per la permanenza temporanea in una soluzione abitativa extrafamiliare per far fronte ad eventuali situazioni di emergenza;
  • attivare programmi di intervento volti a favorire percorsi di deistituzionalizzazione, di supporto alla domiciliarità in residenze o gruppi-appartamento che riproducano le condizioni abitative e relazionali della casa familiare e che tengano conto anche delle migliori opportunità offerte dalle nuove tecnologie, al fine di impedire l’isolamento delle persone con disabilità;
  • sviluppare programmi di accrescimento della consapevolezza, di abilitazione e di sviluppo delle competenze per la gestione della vita quotidiana e per il raggiungimento del maggior livello di autonomia possibile delle persone con disabilità grave;
  • realizzare interventi innovativi di residenzialità volti alla creazione di strutture alloggiative di tipo familiare o di analoghe soluzioni residenziali previste dalle normative regionali. Tal che possono comprendere il pagamento degli oneri di acquisto, di locazione, di ristrutturazione e di messa in opera degli impianti e delle attrezzature necessari per il funzionamento degli alloggi e delle strutture medesimi.

Le risorse del fondo saranno gestite a livello regionale e la ripartizione sarà stabilita con decreto del Ministero del Lavoro. Le regioni stesse adotteranno gli indirizzi di programmazione e i criteri e le modalità per la concessione e l’erogazione dei finanziamenti a valere sullo strumento.

Le agevolazioni fiscali e tributarie della Legge “Dopo di Noi”

Come detto il testo interviene anche nella definizione di alcune agevolazioni fiscali e tributarie. In particolare si prevede:

  • detraibilità delle spese di assicurazione;
  • agevolazioni per i negozi giuridici;

Con riferimento alla detraibilità delle spese sostenute per le polizze assicurative, si prevede che l’importo detraibile salga da 530 a 750 euro relativamente ai premi per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di morte finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave.

Con riferimenti alle esenzioni ed agevolazioni tributarie relative ai negozi giuridici, si prevede un sostegno per:

  • costituzione di trust;
  • costituzione di vincoli di destinazione di beni immobili o mobili iscritti in pubblici registri, mediante atto in forma pubblica, ai sensi dell’art. 2645-ter del codice civile;
  • costituzione di fondi speciali, composti da beni sottoposti a vincolo di destinazione e disciplinati con contratto di affidamento fiduciario. L’affidatario può essere anche un’organizzazione non lucrativa di utilità sociale (Onlus), che operi prevalentemente nel settore della beneficenza.

Questi atti non devono essere assoggettati ad imposta di successione e donazione, tuttavia perchè possa rientrare nell’agevolazione, il contratto deve perseguire come finalità esclusiva l’inclusione sociale, la cura e l’assistenza di uno o più disabili gravi.

note

[1] L. 104/1992


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI