Diritto e Fisco | Articoli

Sirena e clacson spianati anche per animali feriti

17 Agosto 2015
Sirena e clacson spianati anche per animali feriti

Soccorso veterinario d’emergenza: via libera all’uso della sirena con i lampeggianti.

A sirene spianate verso il pronto soccorso veterinario più vicino: anche gli animali, oltre a vivere, hanno diritto a essere salvati in caso di emergenza. Nulla osta, dunque, anche per gli amici quadrupedi, all’uso delle sirene lampeggianti sui veicoli impegnati.

Non solo. I privati cittadini, proprietari di cani, gatti, ecc., possono, in situazioni di emergenza, mettersi alla guida dell’auto, usando il clacson per farsi strada nel traffico, per salvare un animale ferito o, comunque, in pericolo di vita. Proprio come avviene per il trasporto di persone, facoltà concessa dal codice della strada [1].

Lo ha chiarito il Ministero dei trasporti con una circolare dello scorso 1° luglio [2].

L’uso dei cosiddetti “dispositivi supplementari di allarme”, regolato dal codice della strada, è consentito, a determinate condizioni, anche sui mezzi privati.

Con una legge del 2010 [3] e un successivo decreto ministeriale del 2012 [4] è stata inserita, nel codice [5], la previsione dell’uso delle sirene anche per i servizi urgenti a tutela degli animali feriti: ciò può avvenire tanto su ambulanze veterinarie, mezzi di soccorso del servizio autostradale, quelli di vigilanza zoofila (protezione animali). Ma anche sulle vetture private. Il padroncino che teme la salute del proprio animale potrà utilizzare il clacson dell’autoveicolo per aprirsi la strada tra le altre automobili e raggiungere il più vicino presidio veterinario.

Per quanto riguarda le autoambulanze possono essere immatricolate ad uso proprio e in uso di terzi per noleggio con conducente. I mezzi adibiti alle attività di protezione animale e di vigilanza zoofila non sono soggetti a particolari verifiche tecniche e possono essere immatricolati esclusivamente ad uso proprio.

Non saranno, ovviamente, consentiti abusi o esagerazioni: sirene e lampeggianti potranno essere attivati solo in presenza di patologie gravi. Eventualmente la polizia stradale potrà richiedere ai trasportatori documentazione idonea a documentare l’urgenza del trasporto e l’uso dei dispositivi di allarme.


note

[1] Art. 156 cod. str.

[2] Min. Trasporti, circolare n. 15465/div3/c del 1.07.2015.

[3] L. 120/2010.

[4] Dm n. 217 del 9.10.2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube