Bandi-Concorsi Università Milano Bicocca, concorsi per laureati in materie umanistiche

Bandi-Concorsi Pubblicato il 18 agosto 2015

Articolo di




> Bandi-Concorsi Pubblicato il 18 agosto 2015

Sono stati appena pubblicati due bandi pubblici per l’assunzione di 4 laureati nel settore della comunicazione, e di 2 laureati in quello della formazione, dall’Università di Milano Bicocca.

In questi ultimi anni, purtroppo, i laureati nelle materie umanistiche hanno risentito particolarmente della crisi, complice la fortissima contrazione del settore della pubblica istruzione: l’insegnamento, difatti, è praticamente chiuso, e scarseggiano le occasioni d’impiego al di fuori di tale ambito.

Tra le poche occasioni di assunzione per tale categoria, abbiamo ora un nuovo concorso, indetto dall’Università Milano Bicocca, per un totale di 6 posti, riservati ai laureati in Lettere, Psicologia, Scienze della Comunicazione o Relazioni Pubbliche. L’Ente, infatti, ha pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale [1], due bandi per l’assunzione di personale nel settore Comunicazione e Formazione, ed in particolare negli ambiti amministrativo gestionale e socio sanitario.

I neoassunti beneficeranno di un contratto di lavoro a termine, della durata di 12 mesi, e saranno inquadrati all’interno della categoria D, con posizione economica D1.

 

I requisiti generali per partecipare ai concorsi

I requisiti necessari ai candidati per poter partecipare ad entrambi i bandi sono:

– possesso di una laurea in Scienze della Comunicazione, Lettere , Psicologia, Relazioni Pubbliche o titoli equipollenti, in base al profilo professionale per il quale si partecipa;

– possesso della maggiore età;

– possesso di cittadinanza italiana, comunitaria o estera (in tale ultima ipotesi, sarà necessario un regolare permesso di soggiorno; per i cittadini stranieri e comunitari, inoltre, sarà indispensabile una buona conoscenza della lingua italiana), e godimento dei diritti civili e politici;

– idoneità fisica (che sarà accertata, mediante visita medica, all’atto dell’immissione in servizio);

– posizione regolare rispetto agli obblighi di leva ed assenza di esclusione dall’elettorato politico attivo;

– assenza di dispensa, licenziamento (per ottenimento del posto in base a documenti falsi o mezzi fraudolenti), decadenza o destituzione dal pubblico impiego per persistente insufficiente rendimento.

 

L’iter di selezione

La procedura di assunzione prevede l’espletamento di verifiche diverse, a seconda del bando per cui si partecipa.

 

Le prove d’esame per le assunzioni nell’area comunicazione

Per tale concorso, è prevista una prima prova scritta in materia di comunicazione efficace, diritto della stampa e della pubblica comunicazione, conoscenza dei media e del sistema universitario: la verifica sarà sotto forma di domande a risposta sintetica, anche in inglese.

È prevista, poi, una seconda prova scritta, teorico – pratica, che consisterà nel presentare un servizio o un’attività dell’Università mediante: un tweet , un post, un comunicato stampa, una campagna promozionale, un piano di comunicazione o operativo; anche tale prova sarà svolta in italiano e in inglese.

Infine, sarà svolto un colloquio, che verterà sulle materie oggetto degli scritti, nonché sulla conoscenza della lingua inglese.

 

Le prove d’esame per le assunzioni nell’area formazione

In questo caso, l’iter sarà più lungo. Sono , difatti , previste:

-una prova preselettiva (test a risposta multipla), che riguarderà la normativa sul diritto allo studio, sull’inclusione dei disabili nel mondo del lavoro e della formazione e sui diritti dei disabili in generale, le linee guida ministeriali del 2009, nonché la Convenzione ONU sui diritti delle persone in situazione di disabilità;

– una prima verifica scritta, che riguarderà, oltre agli argomenti oggetto della preselezione, le linee guida CNUDD, il Regolamento Studenti e didattico di Ateneo ed il regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti disabili; inoltre, verterà sull’orientamento in ingresso e in uscita, sulla progettazione di percorsi ad personam, sull’inclusione e sullo svolgimento dei colloqui clinici e di orientamento;

– una seconda verifica scritta, a carattere teorico- pratico, che consisterà nella gestione di una problematica specifica o nella risoluzione di un caso concreto;

– un colloquio finale, che verterà sugli argomenti degli scritti, nonché sulle conoscenze informatiche e della lingua inglese.

Come e quando inviare le domande

Per partecipare ai concorsi, sarà necessario scaricare e compilare i modelli allegati i bandi, assieme alla documentazione ivi richiesta, e presentare le istanze tramite raccomandata (all’indirizzo: Università degli Studi di Milano – Bicocca, Settore Reclutamento, Ufficio Concorsi , Piazza dell’Ateneo Nuovo n. 1 , 20126, Milano)o tramite Posta elettronica certificata (all’indirizzo PEC ateneo.bicocca@pec.unimib.it).

Il termine per presentare le domande è il 7 settembre 2015.

note

[1] G.U. IV S. Spec., Conc. ed Esami n.60 del 7/ 8 / 2015.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI