HOME Articoli

Lo sai che? Condominio: si può sopraelevare il tetto senza l’assemblea

Lo sai che? Pubblicato il 19 agosto 2015

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 19 agosto 2015

Sufficiente, per il proprietario, aver ottenuto il permesso a costruire da parte dell’amministrazione locale.

Per poter sopraelevare l’ultimo piano di un edificio in condominio è sufficiente il rilascio, da parte del Comune, del permesso a costruire: tanto l’amministrazione dell’ente locale quanto il condomino non devono quindi ottenere, prima del rilascio del titolo edificatorio, il consenso degli altri condomini. Lo ha chiarito il Tar Liguria con una recente sentenza [1].

Secondo i giudici amministrativi, la possibilità di costruire sull’ultimo piano, per realizzare una sopraelevazione, potrebbe essere vietata solo dall’esistenza di una “servitù di non elevare” (vincolo che vieterebbe, al proprietario dell’ultimo piano, di innalzare la sua proprietà di un altro piano, anche in presenza del permesso da parte del Comune). Ma se nessun vincolo di tale tipo dovesse essere stato previsto nell’atto di vendita della proprietà o in un successivo atto pubblico, il condomino dell’ultimo piano, una volta ottenuto il permesso a costruire dall’amministrazione, può essere libero di sopraelevare, anche se la nuova costruzione comporta la demolizione della copertura esistente, bene indubbiamente di proprietà condominiale.

note

[1] Tar Liguria sent. n. 651/2015.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI