Avvocati: sì associazione con altri professionisti

28 agosto 2015


Avvocati: sì associazione con altri professionisti

> Diritto e Fisco Pubblicato il 28 agosto 2015



17 categorie professionali nelle associazioni multidisciplinari: esclusi solo i notai.

Gli avvocati potranno costituire associazioni professionali con ingegneri, medici, commercialisti, architetti, biologi, consulenti del lavoro e altri professionisti “regolamentati” da un albo e un ordine, salvo i notai.

Si tratta delle associazioni multidisciplinari (introdotte dall’ultima riforma forense [1]) che vedranno gli avvocati stringere patti associativi non più solo con altri avvocati. A stabilire le categorie che posso partecipare alle associazioni tra avvocati – la cui composizione, di conseguenza, dovrà avere almeno un avvocato – è uno schema di decreto ministeriale messo a punto dal ministero della giustizia e su cui il Cnf ha dato il proprio parere positivo lo scorso 31 luglio.

L’individuazione delle categorie di liberi professionisti che possono partecipare alle associazioni tra avvocati è stata dunque la più larga possibile: sono ben 17 le categorie professionali coinvolte. Dall’elenco sono esclusi solo i notai. Ecco dunque chi potrà entrare:

dottori agronomi e dottori forestali,

agrotecnici e agrotecnici laureati,

architetti,

pianificatori,

paesaggisti e conservatori,

assistenti sociali,

attuari,

biologi,

chimici,

commercialisti ed esperti contabili,

geologi,

ingegneri,

tecnologi alimentari,

consulenti del lavoro,

medici chirurghi e odontoiatri,

medici veterinari,

psicologi,

periti agrari e periti agrari laureati,

geometri.

Facendo rientrare nell’elenco tutte le professioni organizzate in collegi e ordini si tenta così di “non escludere a priori la possibilità di creare utili sinergie con un ampio numero di categorie professionali e nel contempo non privare la categoria della possibilità di entrare in contatto con mercati che, allo stato, possono sembrare non offrire opportunità concrete ma che nel futuro potrebbero, invece, riservare prospettive di collaborazione utili anche nell’ottica della qualità del servizio da offrire al proprio assistito”.

Ricordiamo che, in base all’attuale disciplina, l’avvocato può essere associato ad una sola associazione.

note

[1] Art. 4, comma 2, della legge 31 dicembre 2012, n. 247.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Forse è sfuggita una professione oggi divenuta molto importante e complementare, gli Investigatori Privati in genere e quelli autorizzati alle indagini difensive penali dopo la riforma del codice penale.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI